l’indicatore MACD

Cosa è e a cosa serve l’indicatore MACD

Continuiamo il nostro percorso di analisi e studio delle strategie che compongono una parte importante del bagaglio di conoscenze che ogni trader dovrebbe possedere, al fine di ottimizzare la propria esperienza di trading, esaminando un importante indicatore: il MACD.

L’indicatore di trading MACD, acronimo di Moving Average Convergence Divergence, che tradotto sta ad indicare la combinazione di medie mobili esponenziali ed è un indicatore utilizzato in analisi tecnica.

L’indicatore MACD è dato dalla differenza tra le medie mobili a 26 e 12 giorni.

Il MACD si fonda sul principio di funzionamento che abbiamo già analizzato: la media veloce, com’è facile intuire, registrerà prima di quella più lenta il cambiamento di direzione del prezzo dell’asse in esame e l’incrocio con quella di più lungo periodo dovrebbe identificare la partenza di un trend.

Tale segnale sarà tanto più attendibile quanto più velocemente la media più lenta si orienterà nello stesso verso di quella più veloce.

Grafico MACD

Grafico MACD

Dal momento che il MACD si fonda sulla differenza tra una media a 12 periodi e una media a 26, avremo che l’incrocio si sarà verificato nel momento in cui il valore dell’indicatore sarà pari a zero. Sopra la linea dello zero il trend sarà definito come rialzista e viceversa.

La signal line anticipa il segnale di attraversamento della linea dello zero e in molti casi consente in modo vincente di anticipare l’entrata sul mercato rispetto all’inizio del trend.

Il segnale in questo caso si ha nel momento in cui il MACD (linea blu) incrocia la signal line (linea rossa). Nello stesso istante l’istogramma presente nell’indicatore attraversa la linea dello zero facilitando l’individuazione dell’incrocio tra il MACD e la sua signal line.

L’indicatore di trading MACD è utile al fine di anticipare il mercato; anche se il più delle volte questo segnale viene utilizzato come una contro conferma del trend che abbiamo in atto.

Analizzando il grafico sovrastante possiamo confrontare l’entrata classica data dall’attraversamento della linea dello zero da parte del MACD (segnalata dalle frecce di colore blu e rosso) con l’entrata basata sull’incrocio della signal line con la linea del Macd (indicata con le linee tratteggiate).

Ovviamente, come spesso accade quando si cerca di “anticipare” il mercato, anche qui non mancano i falsi segnali, com’è evidenziato nella zona cerchiata in verde.

Ma risulta di tutta evidenza che spesso l’entrata anticipata si rivela vincente.

Che usiate l’indicatore MACD per anticipare l’entrata a mercato o per confermare un trend già individuato, tenete bene a mente la regola del buon senso. Non investire più del 5/10% del vostro capitale e strutturate un piano d’investimenti diversificando le operazioni, al fine di aumentare le probabilità di successo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

 

Conto Demo Trading Gratis