Tesla: nel terzo trimestre hanno un valore di circa 22 miliardi di dollari

Le azioni Tesla hanno un valore di circa 22 miliardi di dollari, secondo il terzo trimestre. Si tratta di circa 10 volte la dimensione della seconda casa automobilistica più grande, Rivian Automotive (RIVN). Ford (F) è il terzo titolo più venduto allo scoperto, con 1,9 miliardi di dollari presi in prestito e venduti dai ribassisti.

Le altre due case automobilistiche di Detroit-Tre, General Motors (GM) e Stellantis (STLA), sono sette e dieci nella short list. Non è un mistero il motivo per cui gli Orsi preferiscono Tesla come interbase. Le azioni vengono scambiate per circa 58 ore di utili attesi nel 2024.

L’indice S&P 500 viene scambiato per circa 18,4 ore. Ford fa acquisti per circa 6,6 ore. Una valutazione elevata, sia complessiva che rispetto ad altre società di un settore, è spesso il punto di partenza per la crescita degli investitori.

L’attività di vendita allo scoperto è una misura dell’importo totale di denaro preso in prestito e venduto. Va bene. Mostra quanti venditori allo scoperto sono a rischio. Un’altra misura è la quantità di azioni vendute allo scoperto rispetto all’importo totale di azioni disponibili per la negoziazione. Questo numero è comunemente indicato come interesse a breve.

Viene venduto quasi il 3% delle azioni Tesla disponibili per lo short trading. L’interesse medio a breve per le azioni nell’indice S&P 500 è di circa il 2%. L’interesse a breve di Tesla non è molto al di sopra della media, ma non può essere così alto. La capitalizzazione di mercato di Tesla è di circa 830 miliardi di dollari. I venditori allo scoperto non hanno molto capitale a disposizione.

Gli interessi a breve termine su Ford, GM e Stellantis sono rispettivamente del 4%, 2% e 2% circa. Anche con lo sciopero dell’UAW, l’interesse medio a breve non è così elevato per i titoli automobilistici tradizionali.

L’interesse a breve termine per l’avvio delle auto elettriche è più forte tra i titoli automobilistici. L’interesse short in Fisker (FSR) è del 43%. Questo è il più alto secondo S3. Lucid (LCID) è al secondo posto in questo parametro con un guadagno breve del 23%. Nikola (NKLA) e Rivain sono rispettivamente intorno al 21% e al 13%.

Fisker, Lucid, Nikola e Rivian non sono ancora redditizi e non generano flussi di cassa liberi. L’atteggiamento ribassista degli investitori dimostra che non credono che tutte le società produttrici di auto elettriche avranno successo.

Gli elevati tassi di interesse a breve termine possono causare un’elevata volatilità negli affari. Uno short squeeze si verifica essenzialmente quando tutti i venditori allo scoperto si affrettano a coprire le scommesse ribassiste contemporaneamente, portando il prezzo delle azioni molto più in alto di quanto ci si aspetterebbe basandosi solo sui fondamentali.

Lunedì le azioni Nikola, ad esempio, sono aumentate del 34%, mentre il Nasdaq Composite è rimasto piatto e l’S&P 500 è aumentato solo dello 0,1%. Inoltre, il titolo è cresciuto dell’80% negli ultimi cinque giorni. Dopo quel periodo, la società ha annunciato un nuovo COO e ha detto che avrebbe iniziato a spedire i suoi camion alimentati a celle a combustibile entro poche settimane. Entrambi sono buoni, ma l’80% è un grande passo.

Fonte: Tradingview.com

E’ possibile comprare azioni Tesla con eToro, broker leader del settore del trading online. eToro è una piattaforma che opera con la massima trasparenza ed affidabilità, garantendo agli investitori la possibilità di diversificare gli investimenti, sia per le azioni reali che per i titoli sottostanti CFD, con cui poter fare trading CFD.

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer