Banca Centrale Europee: le scelte di Draghi

Per il momento i tassi restano invariati fino alla fine del 2019.

Per lo meno questo è ciò che ha comunicato Mario Draghi.

Visto che il mandato scadrà per la fine del mese di Ottobre.

Perché accade questo? Semplicemente perché da quando ha assunto l’incarico di governatore della BCE non ci sono mai stati grandi passi avanti, o meglio, sarà il primo presidente della Bce a chiudere l’incarico senza alzare il costo dell’euro.

Quando è stato incaricato, la quota era all’1,5%, ma dopo Draghi ha operato tagli su tagli fino ad azzerare il tasso di riferimento nel 2016.

Lascia un Commento