Bitcoin recupera i $17K ma la capitolazione finale potrebbe non essere ancora arrivata.

Bitcoin potrebbe non essere ancora vicino al fondo, ha affermato l’analista CryptoQuant.

Il prezzo di Bitcoin è già sceso di oltre il 75% rispetto al picco di novembre 2021 e ci sono alcuni rapporti secondo cui il fondo è questo. Tuttavia, un famoso analista ha avvertito che potremmo trovarci nel bel mezzo di un mercato ribassista e ha suggerito che potrebbe esserci più dolore dietro l’angolo.

Il peggio deve ancora venire? Analizzando l’attuale panorama dei bitcoin e concentrandosi sul rapporto tra stock e flusso, lo stratega (Gigi Sulivan) ha ribattuto alcune affermazioni secondo cui il prezzo di BTC ha gia raggiunto il minimo. Ricordiamo in precedenza tali ipotesi basate sul coinvolgimento dei minatori, sul comportamento forte dei detentori e sull’offerta a lungo termine che raggiunge il massimo storico.

Tuttavia, Sulivan ritiene che il bitcoin potrebbe entrare nella zona verde S2F (nella foto sotto) se il prezzo raggiunge $ 20.000-22.000, il che potrebbe innescare un’altra svendita in arrivo. Ha aggiunto che un tale aumento potrebbe verificarsi già questa settimana se i dati sull’IPC degli Stati Uniti sono migliori delle stime generali.

“C’è una piccola possibilità che ci troviamo nella stessa posizione di luglio 2018 e non come molti pensano, o già alla fine del ciclo o subito prima della capitolazione finale come alla fine del 2018”. ha concluso Sulivan.

Ha anche avvertito che il 2023 potrebbe essere peggiore per il bitcoin a seconda dell’ambiente macroeconomico e se gli Stati Uniti e altri paesi entreranno in una recessione prolungata. L’analista ha previsto nel marzo 2022, quando il prezzo di BTC era ancora ben al di sopra di $ 40.000, che sarebbe potuto scendere fino a $ 16.700, sulla base della sua cupa ma corretta previsione sullo stesso rapporto S2F.

La paura e l’avidità non si muovono. L’indice, che calcola il sentimento generale nei confronti di BTC sulla base di vari dati come sondaggi, volatilità e commenti sui social media, non dipinge un quadro luminoso. Generalmente si muove quando il prezzo del bitcoin cambia da 0 (alta paura) a 100 (alta avidità). Dato lo stato del mercato nell’ultimo anno o giù di lì, non sorprende che non sia stato in quest’ultimo per molto tempo.

Tuttavia, si è regolarmente tuffato nel territorio della paura estrema e vi rimane anche adesso, anche se la criptovaluta è aumentata durante la notte per raggiungere un massimo mensile superiore a $ 17.000. Ciò dimostra che questi piccoli aumenti di prezzo non stanno ancora attraendo il pubblico e c’è ancora molta strada da fare prima che le prospettive generali cambino.

Fonte: Cryptopotato.com