Bitcoin si schianta in anticipo? L’esperto avverte che una maggiore inflazione potrebbe portare il prezzo di BTC a $ 30.000

L’avvertimento appare contro l’intenzione della Federal Reserve statunitense di inasprire rapidamente il suo programma di acquisto di attività, seguito da tre rialzi dei tassi nel 2022.

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Bitcoin ( BTC ) potrebbe finire per scendere fino a $ 30.000 se i dati sull’inflazione negli Stati Uniti che verranno pubblicati mercoledì supereranno le previsioni, avverte Alex Krüger, fondatore di Aike Capital, una società di gestione patrimoniale con sede a New York.

Il mercato prevede che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) ampiamente seguito aumenterà del 7,1% per l’anno fino a dicembre e dello 0,4% mese su mese. Questa impennata evidenzia perché i funzionari della Federal Reserve statunitense hanno fatto il tifo per una normalizzazione della loro politica monetaria più rapida di quanto previsto in precedenza.

Un ulteriore supporto alla loro preparazione è un mercato del lavoro in normalizzazione, compreso un aumento del reddito e un calo delle richieste di disoccupazione, secondo i dati pubblicati il ​​7 gennaio.

“Gli asset crittografici si trovano all’estremità più lontana della curva di rischio”, ha twittato domenica Krüger, aggiungendo che dal momento che hanno beneficiato della “politica monetaria straordinariamente permissiva” della Fed, dovrebbe essere sufficiente dire che soffrirebbero come un “inaspettatamente più restrittivo” la politica sposta il denaro in classi di attività più sicure.

estratti:

“Bitcoin è ora un asset macro che viene scambiato come proxy delle condizioni di liquidità. Man mano che la liquidità diminuisce, i macro player ora nella mischia vendono bitcoin e tutte le criptovalute seguono”.

Il primo aumento dei tassi di interesse a marzo 2022?

La Fed acquista ogni mese da marzo 2020 $ 80 miliardi di titoli di Stato e $ 40 miliardi di titoli garantiti da ipoteca. Nel frattempo, la banca centrale statunitense ha mantenuto i tassi di interesse di riferimento vicini allo zero, rendendo così più economici i prestiti a privati ​​e aziende.

Ma il danno collaterale di una politica monetaria accomodante è l’inflazione più elevata, che ha raggiunto il 6,8% a novembre 2021, la più alta in quasi quattro decenni.

Così ora la Fed, che una volta ha affermato che l’aumento dei prezzi al consumo è ” transitorio “ , ha cambiato posizione dal prevedere nessun aumento dei tassi nel 2022 alla discussione di tre aumenti insieme alla normalizzazione del bilancio.

“È più drammatico di quanto ci aspettassimo e la svolta della Fed verso una posizione più aggressiva è stata la sorpresa”, ha detto alla CNBC Leo Grohowski, chief investment officer di BNY Mellon Wealth Management , aggiungendo:

Bassilo.it consiglia

Trading Demo con xtb

Bassilo.it

“La maggior parte dei partecipanti al mercato si aspettava tassi più alti, una politica monetaria meno accomodante, ma se si guarda ai fondi federali che implicano una probabilità del 90% di un aumento a marzo, a Capodanno era solo del 63%”.

Piccolo mercato degli orso?

Mike McGlone, il senior commodity strategist di Bloomberg Intelligence, ha definito $ 40.000 un importante livello di supporto nel mercato Bitcoin. Inoltre, ha anticipato che la criptovaluta alla fine sarebbe uscita dalla sua fase ribassista quando il mondo diventa digitale e considera BTC come garanzia.

La dichiarazione è arrivata quando il calo di Bitcoin dal suo record dell’8 novembre di $ 69.000 è ora superiore al 40%. Secondo Eric Ervin, amministratore delegato di Blockforce Capital, il calo ha principalmente spazzato via gli investitori recenti, lasciando il mercato con detentori a lungo termine.

Potrebbe essere l’inizio di un ” mini mercato ribassista “, ha detto il dirigente a Bloomberg, aggiungendo che tali correzioni sono “del tutto normali” per gli investitori in criptovalute.

Krüger ha anche notato che Bitcoin è già sceso troppo dai suoi massimi storici, tanto che ora è tecnicamente ipervenduto . Quindi, se la lettura dell’IPC dovesse sorprendere al ribasso, i mercati potrebbero aspettarsi che il prezzo di BTC aumenti e andrà in trend per un po’.

“Mercoledì avremo i dati sull’inflazione negli Stati Uniti”, ha detto Krüger, aggiungendo:

“Pensa che i prezzi dovrebbero tagliare tra 41k e 44k fino ad allora, con un’inclinazione al rialzo data la forza del rifiuto dei minimi”.

Fonte: cointelegraph

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it