La Borsa italiana in ribasso giovedì

Giovedì l’indice FTSE MIB è sceso leggermente intorno ai 27.700 punti, in linea con i suoi omologhi europei, poiché gli investitori hanno digerito i segnali da falco della Federal Reserve statunitense in vista di un altro probabile aumento del tasso di 25 punti base da parte della Banca centrale europea nel corso della giornata.

La Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse invariati mercoledì, come ampiamente previsto, ma ha segnalato che quest’anno potrebbero verificarsi ulteriori aumenti a seconda di quanto l’economia è vicina al suo obiettivo di inflazione del 2%.

Dal punto di vista societario, l’attenzione è focalizzata su Italgas (-1,9%), dopo la presentazione del suo piano strategico 2023-2029, che prevede 7,8 miliardi di euro di investimenti per l’ammodernamento della propria rete domestica.

Chi perde di più anche Unicredit (-1,4%), Iveco Group (-1,1%) ed Hera (-1%). Resta intanto sotto i riflettori Telecom Italia (+0,5%) dopo che il cda ha eletto a maggioranza dei voti Alessandro Pansa amministratore delegato.

Fonte : tradingeconomics.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer