BORSE USA-Futures in sordina mentre Wall St attende maggiori utili bancari

Martedì i futures sugli indici azionari statunitensi sono rimasti piatti mentre gli investitori sono rimasti in disparte in attesa dei dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti e dei rapporti sugli utili trimestrali di altre importanti banche e pesi massimi del settore.

Bank of America BAC.N è salita dello 0,4% negli scambi pre-mercato, mentre Morgan Stanley MS.N è salita dell’1,1% in anticipo rispetto ai risultati del secondo trimestre previsti più tardi quel giorno.

“Gli investitori guarderanno a come queste banche hanno beneficiato dell’aumento dei tassi”, ha affermato Ipek Ozkardeskaya, analista senior di Swissquote Bank.

Alcune delle più grandi banche statunitensi, tra cui JPMorgan Chase JPM.N e Wells Fargo WFC.N, hanno dichiarato venerdì che stavano ottenendo un aumento dei profitti da tassi di interesse più elevati, segnalando un’economia resiliente.

I prestatori regionali come Bank of New York Mellon BK.N, Charles Schwab Corp SCHW.N sono aumentati rispettivamente dello 0,4% e dell’1,9%, prima dei loro rapporti.

L’indice bancario S&P 500 .SPXBK è sceso del 5,2% finora quest’anno, mentre l’indice S&P 500 .SPX, che è salito del 17,8% dopo la peggiore crisi bancaria dal 2008 ma ha declassato tre istituti di credito dall’inizio di quest’anno, ha colpito il settore.

Lockheed Martin LMT.N è sceso dello 0,9% sulla sua relazione sugli utili, con il produttore di armi che dovrebbe registrare profitti più elevati nel secondo trimestre poiché le tensioni geopolitiche alimentano una forte domanda di attrezzature per la difesa. I ricavi totali in tutti i segmenti dovrebbero diminuire dell’8,1% nel trimestre, secondo i dati di Refinitiv.

Alle 5:03 ET, il Dow e-minis 1YMcv1 era in rialzo di 1 punto o dello 0%, l‘S&P 500 e-minis EScv1 era in ribasso di 1,25 punti o dello 0,03% e il Nasdaq 100 e-minis NQcv1 era in calo di 14,05 punti o del 14,05 punti per cento .

Wall Street ha recuperato dalla scorsa settimana dopo che i dati sui prezzi al consumo e sui prezzi alla produzione hanno indicato che l’economia stava entrando in una fase deflazionistica, alimentando le speranze che la Federal Reserve potesse porre fine all’inasprimento della politica monetaria in anticipo.

Gli investitori sono concentrati su ulteriori prove che l’inflazione si stia raffreddando, con le letture sulle vendite al dettaglio e sulla produzione industriale negli Stati Uniti previste più tardi martedì.

Fonte: Nasdaq.com

Vuoi investire con intelligenza ed in completa sicurezza ? ti consigliamo il tradingCFD che troverai su eToro, una delle migliori società di intermediazione del settore, dove potrai investire con la massima sicurezza.

 

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer