Broker deposito minimo: Quali sono i depositi più bassi [2024]

Quella che andiamo ad elencarvi ora, è una attenta e scrupolosa selezione di quei broker di trading con deposito minimo.

Il “deposito minimo”, lo ricordiamo, è la somma minima, appunto, indispensabile per aprire un “conto di trading” presso una qualsiasi piattaforma di trading. Il “conto di trading” è cosa diversa dalla semplice “registrazione”; quest’ultima è del tutto gratuita e la si ottiene semplicemente compilando l’apposita “form” che ogni broker mette a disposizione.

Possiamo registrarci gratuitamente e senza alcun vincolo, e soltanto successivamente scegliere se depositare denaro oppure no.

Il “conto di trading” è anch’esso non vincolante, e offre, come vedremo a breve, una serie di opportunità e di vantaggi diversi a seconda del Broker con il quale scegliamo di operare In questo articolo Vi guideremo alla scelta del Broker giusto, quelli cioè che prevedono il deposito minimo più basso e Vi elencheremo, inoltre, alcune caratteristiche legate ai differenti Broker.

Insomma, i criteri da considerare nella scelta del Broker sono tanti, ed è proprio per questo motivo che abbiamo deciso di raccogliere in quest’articolo una lista di Broker (rigorosamente legali e sicuri) adatti sia ad un pubblico di “giovani” traders, che ad investitori con più esperienza.

Il Broker

Il Broker è colui il quale, in virtù di autorizzazioni specifiche che lo autorizzano a raccogliere investimenti e traders in ambito europeo e nazionale, seleziona e propone dalla sua piattaforma gli asset sui quali investire.

I Broker, oltre al “deposito minimo”, si differenziano tra di loro per altre caratteristiche: il minimo di trade, la varietà e il numero di opzioni presenti in portafoglio, le percentuali di profitto, gli orari di negoziazioni, la possibilità di usufruire o meno di un conto demo, diverse tipologie di conto, la didattica, la formazione e l’assistenza ai traders.

Tante ragioni e tanti motivi, quindi, che ci spingono a scegliere un Broker piuttosto che un altro.

Broker deposito minimo e trade minimo

Il requisito che vogliamo affrontare per primo e che tra l’altro è l’oggetto del nostro articolo, è quello del “deposito minimo” e del “minimo di trade” indispensabili ad iniziare a negoziare a soldi veri con qualsiasi piattaforma.

I broker da noi presentati offrono l’opportunità di aprire un conto di trading con cifre minime variabili dai 50€ di alcune piattaforme, fino ai 250€ di altre e di aprire una posizione investendo da 5€ a 10€.

Ma quali sono le piattaforme che al momento offrono il deposito minimo e il trade minimo più basso?

Per rispondere a questa domanda abbiamo compilato una lista di Broker scegliendo quelli che a nostro avviso offrono le migliori condizioni di trading, in considerazione di diversi parametri di valutazione.

  • 🥇 eToro (Deposito Minimo 50€)
  • 🥈 XTB (Deposito Minimo 100€)
  • 🥉 Fineco bank (Deposito Minimo 100€)
  • 🏅 iq option (Deposito Minimo 10€)

Conto Demo gratuito

I Broker di cui sopra, offrono ai loro utenti la grande opportunità di fare pratica con le opzioni binarie senza rischiare un solo centesimo del loro capitale. La parola magica, in questo caso, è “conto demo”, ovvero l’opportunità reale offerta da molti Brokers (quelli da noi selezionati, per esempio) di ottenere l’apertura di un conto di trading simulato con il quale effettuare operazioni al solo scopo dimostrativo.

Questi conti sono identici ad un conto reale, ma con il vantaggio di lavorare con soldi virtuali.

Unico requisito per ottenere l’apertura di un “conto simulato” è quello di aver depositato, presso il Broker da noi scelto, la somma minima richiesta. Spese di apertura, chiusura e gestione di un conto di trading.

Contrariamente a quanto si possa pensare e a differenza di altri fornitori di servizi finanziari(istituti di credito, Banche, etc), i Brokers di opzioni binarie non applicano ai loro clienti nessuna forma di commissione o costi aggiuntivi (in evidenza o nascosti) per il mantenimento e la gestione di un normale conto di trading.

Questo significa che le percentuali di guadagno sono reali e senza costi aggiuntivi.

Il nostro consiglio è quello di iniziare a guadagnare con le opzioni binarie seguendo, ognuno, le proprie attitudini e conoscenze. Pensare di investire a caso, su opzioni, come per esempio quelle del Mercato azionario e dei singoli Asset che lo compongono, di cui non ne conosciamo i fondamentali, è un modo sbagliato di approcciare alle opzioni binarie.

Scegliamo, quindi, opzioni e Asset sui quali siamo più informati o sui quali riusciamo a comprenderne meglio le variazioni di prezzo.

Conclusioni

Consideriamo sì Broker che hanno il deposito minimo più basso, ma anche che presentano caratteristiche e vantaggi che si adattano al nostro personale stile di trading o alle nostre conoscenze di base. Negoziamo dapprima attraverso un “conto simulato” e successivamente passiamo a investire a soldi veri.

Ultimo suggerimento, apriamo singole posizioni che non superino il 10/15% del nostro deposito.

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer