Buffett aggiunge partecipazioni alle sue case commerciali giapponesi

L’investitore miliardario Berkshire Hathaway (NYSE: BRKa) di Warren Buffett ha dichiarato lunedì di aver aumentato le quote nelle prime cinque società commerciali del Giappone, probabilmente dietro il forte slancio che ha spinto il mercato azionario del paese ai massimi pluriennali.

Berkshire ha affermato che le sue partecipazioni in Itochu, Marubeni, Mitsubishi Corp, Mitsui & Co e Sumitomo ora superano in media l’8,5%.

Ha annunciato per la prima volta l’acquisizione nel 2020 e l’ulteriore acquisto è in linea con i suoi piani di detenere il titolo a lungo termine, portandolo al 9,9%.

Gli investimenti e l’ottimismo di Buffett sulle prospettive del Giappone hanno attirato l’attenzione sul miglioramento delle condizioni economiche e sulle riforme di governance favorevoli agli azionisti che hanno contribuito ad alimentare un forte rally della media azionaria del Nikkei.

Venerdì il mercato ha chiuso in ribasso dell’1% e l’annuncio del Berkshire è arrivato dopo la chiusura di lunedì, ma un rally di 10 settimane ha aiutato il Nikkei a salire del 28% quest’anno.

“Le code delle azioni giapponesi continuano ad allargarsi”, ha affermato Charu Chanana, consulente di mercato presso l’intermediazione Saxo Markets a Singapore.

“Sebbene in precedenza Berkshire fosse stato suggerito di aumentare le sue partecipazioni, l’annuncio è arrivato un po’ prima del previsto e aumenterà l’ottimismo sulle azioni giapponesi”.

Berkshire ha affermato che il valore totale degli investimenti è il più grande di qualsiasi società di previdenza sociale di proprietà del Berkshire al di fuori degli Stati Uniti.

Conosciute come “sogo shosha”, le case commerciali giapponesi commerciano in una varietà di materiali, beni e prodotti alimentari, spesso fungendo da intermediari e fornendo supporto logistico.

Tutti i titoli sono aumentati di oltre il 30% quest’anno, con le azioni Marubeni in aumento del 62% e più che triplicate in valore dalla fine del 2020. I futures sul Nikkei sono leggermente diminuiti dopo l’annuncio di Berkshire.

I documenti normativi aziendali del 12 giugno hanno mostrato che Berkshire possiede il 7,4% di Itochu, l’8,3% di Marubeni e Mitsubishi, l’8,1% di Mitsui e l’8,2% di Sumitomo.

Fonte: Investing.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer