Eni: perforato un secondo pozzo per valutare la scoperta di gas Cronos

La società energetica italiana Eni (ENI.MI), ha dichiarato di aver perforato un secondo pozzo per valutare la scoperta di gas Cronos al largo di Cipro. Per confermare l’estensione laterale della scoperta, situata a circa tre chilometri di distanza, è stato perforato il pozzo Cronos-2.

Un test di produzione ha stimato che la capacità produttiva del pozzo sia superiore a 150 milioni di piedi cubi standard al giorno (MMSCFD). “La perforazione di Cronos-2 poco dopo la scoperta di Cronos conferma l’impegno di Eni e del suo partner TotalEnergies a compiere rapidi progressi verso la scelta della soluzione di sviluppo più adatta ed economicamente sostenibile”, ha affermato Eni, aggiungendo che la scoperta della fornitura di gas. per l’Europa e la regione.

Il ministro del Commercio, dell’Industria e dell’Energia, George Papanastasiou, ha dichiarato mercoledì a Reuters che Cipro potrebbe iniziare a produrre il suo primo gas naturale già nel 2026, citando Cronos come la scoperta che probabilmente verrà sviluppata per prima.

Cronos-2 è il quarto pozzo perforato da Eni nel blocco 6 dopo la scoperta a gas Calypso nel 2018 e Cronos e Zeus nel 2022. Eni è presente a Cipro dal 2013. Il Blocco 6 è gestito da Eni con una quota del 50%, con TotalEnergies (TTEF.PA) che apre un nuovo tab come partner.

Fonte: Reuters.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer