I cosiddetti titoli Magnificent 7, hanno guidato il mercato al rialzo per gran parte del 2023

La Fed è un punto di riferimento fondamentale per gli investitori nel 2024 perché il mercato sembra aspettarsi tagli significativi dei tassi quest’anno. Anche se la Fed ha dichiarato che prevede di tagliare i tassi tre volte quest’anno, il mercato si aspetta sei o sette tagli dei tassi, una divergenza che ha portato molti a chiedersi chi abbia ragione e cosa accadrà se la realtà non si conforma alle alte aspettative del mercato.

“Il mercato con prezzi elevati potrebbe continuare a muoversi al rialzo se la Fed tagliasse i tassi di interesse sei volte come previsto dal mercato mentre l’inflazione continua a scendere”, afferma Stash Graham, amministratore delegato di Graham Capital Wealth Management. Ma Graham è scettico.

“Semmai, il recente compiacimento e il rialzo del mercato alla fine dell’anno non hanno fatto altro che aumentare le probabilità di una recessione”, afferma. “Non riesco a immaginare che alla Fed sia piaciuto vedere società fintech non redditizie e altamente speculative apprezzarsi oltre il 100% negli ultimi 60 giorni dell’anno”.

Tali titoli speculativi potrebbero vacillare se i tassi non si muovessero come previsto. Ma anche i leader più affermati potrebbero provare un certo disprezzo da parte degli investitori se la Fed non fosse così accomodante. I cosiddetti titoli Magnificent 7  tra cui Microsoft, Apple e NVIDIA, hanno guidato il mercato al rialzo per gran parte del 2023 in un rally piuttosto “ristretto”. Solo verso la fine dell’anno le società a piccola e media capitalizzazione hanno registrato una ripresa.

Il principale punto di riferimento della Fed, l’inflazione, si è attenuato negli ultimi mesi e, almeno secondo alcuni parametri, si colloca pari o inferiore all’obiettivo del 2% ribadito dalla Fed. Un certo deterioramento dei fondamentali dell’economia potrebbe anche significare che la Fed abbasserà i tassi prima o poi.

“Gli indici di mercato sono tutti notevolmente in rialzo rispetto ai minimi dell’ottobre 2023”, afferma Hackmann. “Gran parte di questo rally è stato guidato dalle aspettative di taglio dei tassi. Personalmente, ritengo che i mercati abbiano esagerato in termini di velocità dei tagli dei tassi. Il presidente Powell sarà abbastanza sicuro che questa battaglia sia finita prima di abbassare considerevolmente i tassi. La sua eredità è in gioco”.

Fonte: Bankrate.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer