I futures sulle azioni statunitensi puntano al rialzo

I futures sulle azioni statunitensi sono più alti in vista dell’ultimo giorno di negoziazione della settimana, poiché gli investitori guardano avanti a forti guadagni tecnici e alla decisione sui tassi di interesse chiave della Federal Reserve la prossima settimana. Altrove, FTX ha intentato una causa contro il fondatore Sam Bankman-Fried e le autorità di regolamentazione statunitensi stanno archiviando un caso davanti a un giudice nazionale che ha cercato di bloccare la fusione da 69 miliardi di dollari tra Microsoft e Activision Blizzard.

1. I futures sulle azioni statunitensi sono leggermente più alti.

I futures sulle azioni statunitensi sono aumentati venerdì dopo che i guadagni di Tesla (NASDAQ:TSLA) e Netflix (NASDAQ:NFLX) hanno messo in dubbio i recenti guadagni dei titoli tecnologici nell’ultima sessione.

Alle 05:03 ET (09:03 GMT), i future S&P sono saliti di 9 punti, o dello 0,19%, i future Dow sono saliti di 32 punti, o dello 0,09%, e i future Nasdaq 100 sono saliti di 59 punti, o dello 0,38%.

Giovedì, il Nasdaq Composite, pesantemente tecnologico, è sceso al suo più grande calo di un giorno in più di quattro mesi, trascinato al ribasso dai risultati deludenti del produttore di auto elettriche Tesla e del gigante dello streaming Netflix, mentre anche il benchmark S&P 500 è sceso. L’entusiasmo per l’intelligenza artificiale ha alimentato un recente aumento dei titoli tecnologici, che quest’anno ha contribuito a un rally dei mercati azionari.

Il Dow Jones Industrial Average ha registrato il suo nono giorno di vittorie consecutive, la sua serie di vittorie più lunga dal 2017, aiutato in parte dalle ottimistiche previsioni sugli utili di Johnson & Johnson. Anche l’indice azionario 30 è salito alla sua chiusura più alta da marzo 2022.

Rapporti dell’American Express; tecnologia del titanio avanti. La stagione degli utili del secondo trimestre degli Stati Uniti rallenterà temporaneamente venerdì, a seguito di una serie di risultati migliori del previsto di diverse grandi società questa settimana.

La società di carte di credito American Express (NYSE:AXP) apparirà nel calendario degli utili del giorno di apertura degli Stati Uniti, insieme al rivenditore di auto AutoNation (NYSE:AN). Secondo i dati FactSet citati dalla CNBC, il 73% delle società S&P 500 precedentemente riportate ha superato le stime degli analisti, alimentando le speranze che l’economia statunitense più ampia possa progettare un atterraggio morbido nonostante una serie di aumenti dei tassi della Federal Reserve.

Gli investitori la prossima settimana avranno la possibilità di immergersi in alcuni dei più grandi attori tecnologici del paese, tra cui le centrali elettriche tradizionali come Microsoft (NASDAQ: MSFT), il proprietario di Google Alphabet (NASDAQ: GOOGL) e Amazon (NASDAQ: AMZN).

Sullo sfondo si profila anche una decisione politica chiave della Federal Reserve, con la Federal Reserve statunitense che dovrebbe aumentare i costi di indebitamento di altri 25 punti base. Resta da vedere se i funzionari decideranno poi di uscire dal loro lungo ciclo di sviluppo.

FTX intenta una causa contro Bankman-Fried. L’exchange di criptovalute in bancarotta FTX ha intentato una causa contro il fondatore Sam Bankman-Fried e altri ex dirigenti nel tentativo di recuperare più di 1 miliardo di dollari in presunta appropriazione indebita di fondi.

Insieme a Bankman-Fried, la causa nomina come imputati Caroline Ellison, che gestiva il ramo commerciale di FTX Alameda Research, così come l’ex CTO Zixiao “Gary” Wang e l’ex CTO Nishad Singh.

L’esperto di turnaround John Ray, che ha sostituito Bankman-Fried alla guida di FTX a novembre, ei suoi dirigenti affermano che gli imputati hanno commesso “una delle più grandi frodi finanziarie della storia” abusando di fondi per finanziare bonus, immobili di lusso e speculazioni. Ray, ampiamente noto come supervisore della liquidazione del gigante energetico Enron, afferma che il denaro appartiene ai creditori di FTX, tra cui migliaia di clienti che non sono stati in grado di accedere ai propri beni dopo che il gruppo ha sospeso i prelievi lo scorso anno.

Un portavoce di Bankman-Fried, che deve affrontare anche accuse penali da parte dei pubblici ministeri statunitensi, ha rifiutato una richiesta di commento di Reuters. Gli avvocati degli altri imputati non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento di Reuters.

FTC ritira la contestazione interna alla mega fusione di Microsoft con Activision

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha sospeso la richiesta di un giudice nazionale di bloccare un accordo da 69 miliardi di dollari tra Microsoft e il produttore di videogiochi Activision Blizzard (NASDAQ:ATVI), portando l’accordo un passo avanti verso il completamento.

Un giudice di diritto amministrativo della FTC avrebbe dovuto esaminare il caso il 2 agosto, ma l’agenzia ha scelto giovedì per sospendere questa particolare battaglia contro la fusione. Tuttavia, la FTC può rinnovare la sfida in un secondo momento.

I regolatori negli Stati Uniti e nel Regno Unito hanno espresso preoccupazione su come la fusione potrebbe influire sulla concorrenza, sostenendo che Microsoft potrebbe rendere “Call of Duty” un’esclusiva per la sua console Xbox, eliminando di fatto le piattaforme concorrenti.

Ma la loro opposizione ha mostrato segni di indebolimento. La scorsa settimana un giudice federale e una corte d’appello degli Stati Uniti hanno respinto una richiesta di ingiunzione speciale da parte della FTC. L’autorità britannica di vigilanza sulla concorrenza, che in precedenza aveva bloccato l’accordo, ha dichiarato di essere nuovamente disponibile ad ascoltare i rimedi di Microsoft sulle sue preoccupazioni.

Microsoft e Activision hanno prorogato il termine per chiudere l’accordo fino al 18 ottobre. Il petrolio sale sulla speranza di ulteriori stimoli cinesi. I prezzi del greggio sono aumentati venerdì, coronando una settimana volatile con crescenti speranze che la Cina, il più grande importatore mondiale di greggio, introdurrà ulteriori misure di stimolo per sostenere una debole ripresa economica.

Il paese ha rivelato cifre deludenti sulla crescita del secondo trimestre all’inizio di questa settimana, spingendo Pechino a introdurre nuove misure venerdì volte a incrementare le vendite di auto ed elettronica per stimolare l’attività economica.

Ma i guadagni sono stati modesti poiché gli operatori sono stati cauti in vista della riunione della Fed della prossima settimana. Anche il dollaro si è ripreso dal minimo di 15 mesi prima dell’aumento. Alle 5:04 ET, i futures del greggio USA sono saliti dello 0,78% a 76,24 dollari al barile, mentre il contratto Brent è salito dello 0,74% a 80,23 dollari al barile.

Fonte: Reuters.com

Vuoi investire in azioni? Il modo migliore è con un broker che garantisce la massima affidabilità, eToro. In pochi passaggi puoi realizzare il tuo sogno di giocare in borsa come un broker professionista. In alternativa, puoi investire nel trading CFD che troverai su eToro, una società di intermediazione multi-asset per investimenti sociali sicuri ed affidabili.

 

 

 

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer