Il co-manager di Miller Opportunity Fund afferma che Bitcoin è un acquisto dopo il selloff. Ecco perché.

Il tuffo di Bitcoin ha scosso alcuni investitori, soprattutto perché la Cina ha vietato l’uso di criptovalute da parte di istituti finanziari e di pagamento e Tesla ha detto che non avrebbe più accettato Bitcoin. Ma Samantha McLemore, co-manager del fondo Miller Opportunity, mercoledì ha detto a Barron’s che niente di tutto ciò ha sminuito il caso di investimento per Bitcoin, e vede la svendita come un’opportunità di acquisto.

Bassilo.it consiglia

Trading Demo eToro

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Trading Demo con eToro

Bassilo.it

McLemore supervisiona Miller Opportunity da 2,7 miliardi di dollari fund (LGOAX) con il leggendario valute manager Bill Miller, uno dei primi e vocali tori di Bitcoin. Il fondo, il cui guadagno del 106% nell’ultimo anno ha battuto il 99% dei suoi pari, ha presentato a febbraio fino al 15% delle sue attività nella criptovaluta. Parte del sorteggio: una visione più ampia del bitcoin come oro digitale, una qualità interessante soprattutto quando gli investitori iniziano a cercare potenziali coperture contro l’inflazione.

Il forte calo di Bitcoin, che è sceso ai livelli più bassi da febbraio, arriva in mezzo a un’ampia svendita di asset speculativi, dopo un periodo di speculazione dilagante sulle criptovalute, ha osservato McLemore in una e-mail. “Ci aspettavamo che Bitcoin fosse volatile, ed è così che si sta comportando”, ha detto, aggiungendo che era già salito del 25% rispetto ai minimi.

Quella volatilità è stata chiara nelle ultime due settimane poiché il mercato è stato sconvolto da una serie di notizie relative alle criptovalute, inclusa la decisione di Tesla di non accettare Bitcoin dopo che Musk ha messo in dubbio il suo impatto ambientale e, più recentemente, l’avvertimento della Cina agli investitori di speculativa commercio di criptovalute e limitazioni al loro utilizzo nelle transazioni finanziarie. 

Ma McLemore ha affermato che nessuno dei due ha un impatto notevole sul caso di investimento per Bitcoin. Mentre le critiche di Musk sull’intensità energetica del bitcoin potrebbero aiutare a spostare l’estrazione mineraria verso più fonti rinnovabili – uno sviluppo positivo – McLemore ha notato che Bitcoin è in realtà meno energivoro dell’estrazione dell’oro, anche gli sviluppi fuori dalla Cina non sono stati sorprendenti. “La Cina è un paese autoritario che persegue la propria valuta digitale e non vuole tollerare la concorrenza. Non può controllare Bitcoin, che è una delle caratteristiche principali che lo rendono attraente, ma può regolare i servizi offerti dalle istituzioni finanziarie in Cina “, ha detto McLemore.

Nonostante un rapporto di ricerca di JPMorgan che discuteva le indicazioni che gli investitori stavano passando dalle criptovalute all’oro, McLemore ha affermato di non aver visto alcun annuncio di venditori istituzionali di Bitcoin, aggiungendo che Tesla ha venduto una piccola quantità all’inizio del trimestre ma non più da allora, e MicroStrategy ha anche acquistato più Bitcoin.

Fonte: barrons.

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Lascia un Commento