Il crollo di Bitcoin ed Ethereum fa crollare l’intero mercato

La fusione non ha spinto i prezzi delle criptovalute come previsto. Invece, la terza settimana di settembre è iniziata con più rossi che verdi. L’intero mercato è precipitato e anche la capitalizzazione di mercato complessiva è diminuita. 

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Attualmente, molte risorse crittografiche stanno perdendo ogni ora. Molti scambi di criptovalute stanno liquidando con forza le posizioni con leva. Secondo Coinglass, l’importo totale liquidato ha già raggiunto $ 431,51 milioni, con 130.087 trader interessati. 

Il prezzo del bitcoin è crollato

Attualmente, il prezzo di Bitcoin è di 19.326$, indicando una perdita del 2,38% in 24 ore. Anche se il suo aumento di prezzo di un’ora mostra un progresso dell’1,07%, BTC ha perso il 13,58% in una settimana. 

Bitcoin è stato scambiato sopra i 20.000$ dal 10 al 14 settembre prima dell’unione di Ethereum. Pochi minuti dopo l’aggiornamento, ha perso la presa sul prezzo ed è sceso a $ 19.701. Ha mantenuto quel livello fino al 17 settembre, quando ha chiuso il mercato ancora una volta sopra i 20.000 dollari 

Ma questa terza settimana di settembre ha spinto BTC a $ 19.000 quando il mercato generale si è aperto in rosso. 

Ethereum si è schiantato dopo la fusione 

Oggi 19 settembre, il prezzo di Ethereum si attesta a 1.359,13$ dopo aver perso il 4,26% in 24 ore. Ma questa non è tutta la storia. Il prezzo di ETH è crollato dopo la fusione il 15 settembre. Prima dell’aggiornamento, Ether ha scambiato sopra $ 1700.000 dal 10 settembre al 13 settembre prima di precipitare a $ 1574 un giorno prima della fusione. 

Alla chiusura del mercato il 15 settembre, il giorno della fusione, il prezzo di Ether è sceso a $ 1432 e ha continuato a quel prezzo fino al 18 settembre. Il giorno successivo, il mercato globale delle criptovalute ha aperto il mercato in rosso, spingendo il prezzo di ETH al di sotto di $ 1400.000. 

I dati sui prezzi di Ethereum mostrano che ha perso il 21,52% nell’intera settimana. Per fortuna, il suo guadagno di un’ora è verde, indicando un raggio di speranza.

L’intero mercato è in rosso, perché?

Gli esperti di mercato hanno commentato che i fattori macroeconomici hanno causato la tendenza al ribasso. Il primo fattore sono gli ultimi dati CPI rilasciati questo settembre. La cifra indica che l’inflazione è ancora in corso e richiederà un altro aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Molti osservatori del mercato stanno già menzionando che i Fed perseguiranno un punto 100, che non è stato raggiunto in quarant’anni. 

Bassilo.it consiglia

Trading Demo con xtb

Bassilo.it

Il timore di una continua inflazione e l’aggressivo sforzo della Fed per combatterla ha causato il panico nel mercato. Le liquidazioni in corso attraverso gli scambi non aiuteranno affatto le cose. Invece, potrebbe creare più problemi nel mercato. 

Mentre alcuni parlano dell’IPC di agosto e dell’imminente aumento dei tassi di interesse, molti sottolineano che la fusione di Ethereum ha fatto più male che bene. Alcuni analisti hanno affermato che l’aggiornamento è stato sovrastimato e recenti eventi hanno dimostrato che si trattava di un “comprare le voci, vendere le notizie”.

Nessuno sa come si muoverà il mercato nei prossimi giorni. Ma molte persone si aspettano movimenti più ribassisti dopo la riunione della Fed il 21 settembre. 

Fonte: newsbtc

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it