Il prezzo del bitcoin potrebbe crollare a $ 8.000

Scott Minerd, Chief Investment Officer di Guggenheim, pensa che il bitcoin potrebbe scendere ancora più in basso.

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Auto Trading Guida

Bassilo.it

Dopo il thrashing della scorsa settimana, gli investitori in criptovaluta probabilmente non vogliono più sentire parole scoraggianti.

Sfortunatamente, un analista azionario ritiene che il bitcoin potrebbe subire una caduta anche più bassa di quanto non sia accaduto di recente.

“Molto più spazio per il rovescio della medaglia”

“Quando si scende costantemente al di sotto di 30.000 [dollari], 8.000 [dollari] è il minimo finale, quindi penso che abbiamo molto più spazio per il ribasso, soprattutto con la Fed che è restrittiva”, ha affermato Scott Minerd, Chief Investment Officer di Guggenheim.

Minerd ha fatto le sue osservazioni durante un’intervista con Andrew Ross Sorkin della CNBC in uno “Squawk Box” al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, lunedì 23 maggio.

Minerd ha affermato che il bitcoin potrebbe scendere ulteriormente e scendere a $ 8.000 dai suoi livelli attuali, oltre il 70% in meno rispetto al suo recente prezzo di $ 29.253.

Bitcoin è sceso di circa il 58% dal massimo del 10 novembre di $ 69.044,77.

“La maggior parte di queste valute, non sono valute, sono spazzatura”, ha detto, aggiungendo che anche così, “Non credo che abbiamo ancora visto l’attore dominante nelle criptovalute”.

Minerd ha anche paragonato la situazione attuale alla bolla delle dotcom dei primi anni 2000.

“Se fossimo seduti qui nella bolla di Internet, parleremmo di come Yahoo e America Online siano stati i grandi vincitori”, ha detto. “Tutto il resto, non potevamo dirti se Amazon o Pets.com sarebbero stati i vincitori.”

Bassilo.it consiglia

Trading Demo con xtb

Bassilo.it

“Non credo che abbiamo ancora avuto il prototipo giusto per le criptovalute”, ha detto, dicendo che la valuta deve immagazzinare valore, essere un mezzo di scambio e unità di conto.

‘Titubante a comprare il tuffo’

Le criptovalute hanno subito un duro colpo quando la stablecoin UST o TerraUSD e la sua sorella token Luna sono crollate.

Edward Moya, analista di mercato senior per le Americhe con Oanda , ha affermato che i prezzi dei bitcoin rimangono deboli nonostante un ampio aumento del rischio a Wall Street

“Sembra che la maggior parte dei trader di criptovalute sia riluttante ad acquistare il calo, il che molto probabilmente significa che il minimo non è stato raggiunto”, ha affermato.

Moya ha osservato che il presidente della Banca centrale europea Christine ha affermato che le criptovalute “non valgono nulla”.

“È improbabile che un capo di una banca centrale approvi bitcoin o le altre monete principali, soprattutto perché siamo lontani anni da un euro o un dollaro digitale”, ha detto Moya“Sembra che bitcoin non attirerà davvero enormi afflussi fino a quando gli investitori non crederanno che la maggior parte delle principali banche centrali si stia avvicinando alla fine dei loro cicli di stretta”.

Ha aggiunto che il bitcoin si riprenderà quando Wall Street crederà che la Federal Reserve smetterà di aumentare i tassi una volta che saranno vicini al 3,00% e dopo che la BCE avrà finalmente i tassi fuori dal territorio negativo.

“Bitcoin rimarrà un commercio instabile forse per tutta l’estate, ma dovrebbe riprendersi dopo che la peggiore stretta monetaria globale è stata scontata”, ha affermato.

Fonte: thestreet

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it