Il Trading online comporta un grado di rischio elevato: Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.

HomeCriptovaluteInvestire nelle Criptovalute

Investire nelle Criptovalute

criptovalute

Investire nelle Criptovalute

Dal momento che si decide di investire nelle criptovalute, sarà bene prima organizzare un ottimo piano d’investimento, compreso il Money Management che serve per calcolare al meglio il proprio portafoglio e, quindi, sarà fondamentale prestabilire una serie di regole da seguire e che possano tornare d’aiuto, in particolare, nei momenti di difficoltà.

Una domanda che ci si potrà porre potrebbe essere quale sia la criptovaluta migliore su cui investire. La scelta non sarà sicuramente facile, perché ad oggi ce ne sono diverse centinaia di valute digitali e, quindi, sarà bene verificare quotidianamente l’andamento del Mercato Finanziario, perché se no non sarà semplice, senza conoscere o verificare i fatti, prendere poi una decisione.

Apri un conto demo

Oggi certamente la gran parte degli investitori hanno puntato sui Bitcoin, essendo senza ombra di dubbio la più importante valuta digitale. Il suo valore negli ultimi anni è sicuramente salito, ma essendo molto volatile, il suo valore ha subito anche dei forti ribassi, dovuti anche alla comparsa di alcune altre criptovalute. Un’altra interessante criptovaluta potrebbe essere, ad esempio, l’Ethereum, ideata da Vitalik Buterin nel 2013. Questa criptovaluta ha la caratteristica di avere, inoltre, la facoltà di inglobare i cosiddetti Contratti Intelligenti, che pagano le parti solamente dopo che alcuni presupposti sono stati verificati e acconsentiti.

Broker Criptovalute

Si può decidere di investire nei Bitcoin, per esempio, affidandosi a Broker regolamentati e certificati, che offrono la possibilità di operare tramite il Trading online, offrendo l’opportunità di utilizzare strumenti finanziari legati al tasso di cambio, ad esempio, del Bitcoin con un’altra valuta, che potrebbe essere l’euro.
Ci sono i Contract for Difference (CFD), ossia, sono prodotti derivati che permettono di ottenere dei guadagni in base alle variazioni di prezzo di un’attività finanziaria sottostante, come ad esempio il tasso di cambio tra i Bitcoin e le principali valute internazionali come il dollaro, generate tra il momento di apertura e quello di chiusura della posizione.

Si può comprare o si può vendere un contratto, che ripete esattamente i prezzi dell’attività finanziaria sottostante senza però averne il possesso.

Essendo, inoltre, un prodotto a Leva, il Trader può versare una piccola parte del valore complessivo dell’operazione. Dal momento che si decide di acquistare si potrà guadagnare solo nel caso in cui il valore della criptovaluta aumenti e si potrà subire, invece, una perdita nel caso in cui tale valore diminuisca. Viceversa, se si deciderà di vendere, si potrà guadagnare solo nel caso che il valore della criptovaluta diminuisca e si potrà subire, invece, una perdita nel caso in cui tale valore aumenti.
I Broker, inoltre, danno la possibilità, in particolare ai Trader principianti, di poter iniziare ad operare aprendo un Conto Demo, potendosi così esercitare senza mettere a rischio il proprio capitale.

Modi alternativi per investire nelle criptovalute

Ci sono anche altri modi di guadagnare le criptovalute, ossia, per mezzo degli Exchange, che sono delle piattaforme dove gli utenti hanno l’opportunità di negoziare tra loro, quindi, questi tipi di Exchange operano come mercati; altre piattaforme, invece, operano come agenti di cambio.
Ci sono anche gli Automated Teller Machine (ATM), ovvero, la Macchina Distributrice Automatica, nei quali è possibile sia prelevare che versare contanti nel proprio conto Bitcoin, i quali verranno poi convertiti secondo il tasso di cambio vigente in quel momento. Per ora non ce ne sono ancora molti sparsi in tutta Italia.
Si raccomanda di non conservare assolutamente le criptovalute sull’Exchange, perché risulterà come non possederli, e non sono protetti. E’ già capitato in passato che alcune di queste piattaforme siano state attaccate da hacker, quindi, si consiglia di aprire un Wallet, ossia, un proprio portafoglio digitale.

C’è anche l’opportunità di acquistare, ad esempio, i Bitcoin tramite una carta di credito o di debito. Questo solo fino a poco tempo fa non era ancora possibile, ma ad oggi ci sono diverse società che hanno adottato questo sistema di pagamento con carta di credito per Bitcoin. E’ un modo questo di poter prelevare piccole somme, ed in maniera rapida. E’ un metodo che è particolarmente esposto a truffe ed anche a spese amministrative più care e, quindi, a causa di ciò sono soggetti a commissioni alte.

Si potrebbe anche decidere di investire tramite le Initial Coin Offering (ICO), ossia, si tratta, ad esempio, di un’azienda che offre al mercato dei token, con lo scopo di trarne dei guadagni. E’ nato come un metodo non regolamentato di crowdfunding nel settore finanziario. Anche l’acquisizione dei token non è regolamentata dal governo e, quindi, non è garantita, ad esempio, la proprietà o altri diritti. In sostanza l’ICO è l’intervallo di tempo in cui gli investitori possono partecipare all’acquisto, utilizzando criptovalute. Chi investe potrà sia ottenere degli ottimi guadagni, e sia allo stesso modo potrà andare incontro a forti perdite, tutto questo dipenderà sia dalla valutazione della criptovaluta scelta, e sia dai risultati aziendali.

Apri un conto demo

Dal momento che si ha che fare con queste criptovalute bisogna anche mettere in conto alcuni rischi, purché si tratti di valute digitali che girano sul web e che utilizzano codici segreti per proteggerli, ad esempio, si può andare comunque incontro a perdite o furti, oppure le piattaforme di scambio potrebbero fallire, ed altro ancora. Si consiglia, quindi, di muoversi con cautela.

Cosa sono le Criptovalute

Le criptovalute, sono valute digitale che si possono scambiare solamente tramite web, per mezzo delle piattaforme decentralizzate. Hanno adottato un sistema rivoluzionario di crittografia, che serve per offrire uno scambio sicuro e veloce mediante l’utilizzo di Wallet, ossia, portafogli digitali, durante il tempo in cui un Blockschain è impiegato ad inserire su un registro pubblico tutte le transazioni che avvengono online, ed hanno avuto esito positivo.
In generale per gran parte delle criptovalute, per quanto riguarda il trasferimento, sono utilizzate delle tecnologie Peer to Peer (P2P), attive su reti digitali, e i cui nodi sono rappresentati dai computer di altri utenti disseminati per il mondo, dove elaboratori più complessi e con grande memoria come, ad esempio, i macchinari ASIC, svolgono poi il processo di Mining per generare la nuova valuta digitale.

Differenti tipologie di Criptovalute

Le principali criptovalute che al momento sono in commercio, sono:

 

  • Bitcoin;
  • Litecoin;
  • Ethereum;
  • Ripple.

 

Ce ne sono sicuramente molte altre di criptovalute, sarà bene, quindi, analizzare costantemente il Mercato e scegliere quella che sarà più vantaggiosa al momento, ovvero, quella che vi permetterà di ottenere degli eccellenti guadagni.

Bitcoin

banner criptovalute etoro bitcoin

La prima criptovaluta ad essere stata emessa è stata il Bitcoin nel 2009, ideata da Satoshi Nakamoto, la cui vera identità rimane ancora anonima. Il Bitcoin, dunque, ha dato inizio a questo nuovo tipo di pagamento online. Il suo valore non ha fatto altro che crescere, ma essendo una valuta molto volatile, si possono anche presentare repentini ed improvvisi diminuzioni del suo valore, e questo è già accaduto. La sua instabilità dipende dalla richiesta e dall’offerta. Una peculiarità del Bitcoin è che nel tempo il suo valore andrà sempre più crescendo, mentre la sua produzione andrà diminuendo fino ad arrestarsi a 21 milioni di unità, che si prevede che si raggiungerà intorno al 2140.

Il Bitcoin viene generato tramite il computer che viene predisposto per decifrare dei problemi matematici utilizzando il sistema Mining. Questo fa sì che queste valute siano completamente decentralizzate, quindi, non c’è nessun organismo che possa interferire con la loro produzione ed emissione. Lo scambio avviene per mezzo della rete Peer to Peer (P2P), che consente la distribuzione dei Bitcoin in ogni posto del mondo.

Ogni transazione che viene effettuata viene registrata nella Blockchain, ossia, si tratta di una banca dati a livello globale che conserva traccia di tutti i Bitcoin che sono stati utilizzati, ed ogni valuta digitale è caratterizzata da un codice identificativo. In questo modo si possono utilizzare i Bitcoin una volta solamente, riuscendo così anche a eludere eventuali tentativi di truffe. Per comprare i Bitcoin servirà possedere un Wallet, che consentirà sia d’inviarli, riceverli e conservarli come investimento.
I Bitcoin possono essere utilizzati per comprare direttamente sia beni che servizi di ogni genere. A oggi ci sono sempre più negozi di e-commerce, e realtà commerciali, che accettano questo tipo di pagamento.

Litecoin

Ci sono altre importanti criptovalute come, ad esempio, Litecoin, che risulta essere a oggi tra le migliori valute digitali, ed è una buona alternativa ai Bitcoin. E’ stato creato nel 2011 da Charlie Lee, il quale si è ispirato proprio al Bitcoin.

Il Litecoin è una criptovaluta Peer to Peer (P2P) che si basa su un protocollo Open Source, ossia, si tratta di programmi liberi, senza limitazioni di licenza, che assicurano che i pagamenti online avvengano, a differenza dei Bitcoin, in modo molto più veloce e con bassi costi sulle commissioni applicate al riguardo. Questi codici Open Source sono messi a disposizione di tutti gli sviluppatori indipendenti, i quali possono contribuire al perfezionamento della valuta digitale. Per quanto riguarda le transazioni e le emissioni anche i Litecoin, come i Bitcoin, non sono controllati da nessun organismo, quindi, nessuna banca o governo può manipolarne il valore, e presentano un livello di sicurezza molto elevato.
Si tratta, dunque, di una valuta digitale che permette di effettuare pagamenti in forma anonima e da ogni posto nel mondo e, come abbiamo già visto, non ci sono intermediari fra l’utente che invia il pagamento e quello che lo riceve, inoltre, non ha costi di commissione.

Un’altra particolarità che differenzia i Litecoin dai Bitcoin è l’algoritmo di Mining, ossia, si tratta di Scrypt che è meno comune e di conseguenza meno controllato e, quindi, sotto questo aspetto forse meno sicuro del SHA2, che è invece l’algoritmo utilizzato dai Bitcoin.

I Litecoin, inoltre, si potranno produrre fino a 84 milioni di unità, a confronto dei 21 milioni di unità dei Bitcoin.
Anche i Litecoin, come per i Bitcoin, per essere comprati si deve possedere il Wallet, con il quale poi sarà possibile sia comprarli, sia venderli e sia tenerli in deposito, e potranno essere trasferiti a chiunque possieda un indirizzo Litecoin.
Dalla sua nascita a oggi ha subito sia forti rialzi che altrettanti repentini ribassi, quindi, dal momento che si decide di investire sui Litecoin si consiglia sempre di agire con molta cautela.
Negli ultimi tempi i pagamenti con questa valuta digitale sono accettati da un numero sempre crescente di aziende commerciali.

Ethereum

Poi c’è Ethereum nata nel 2015 per mano del programmatore Vitalik Buterin.
A oggi, questa valuta digitale, è arrivata ad essere la seconda criptovaluta per capitalizzazione. Anch’essa offre un sistema di pagamento online molto rapido, e decentralizzato. Il suo valore di mercato è sempre in continua crescita, quasi a livello del Bitcoin.

L’Ethereum, oltre ad essere una valuta virtuale che si chiama Ether (ETH) e come tale permette di effettuare pagamenti, è anche una piattaforma online che è impiegata per amministrare i Smart Contract, ossia, i contratti intelligenti tra due parti, i quali sono prodotti tramite il linguaggio di programmazione. E’possibile, perciò, stipulare dei contratti vincolanti in modo sicuro perché essi vengono compiuti sulla Blockchain, e in questo modo hanno reso più semplici, ad esempio, gli scambi di valute, beni, proprietà e altri tipi di valori. La tecnologia è, quindi, sempre quella della Blockchain, che è il protocollo impiegato per realizzare un database distribuito che non risiede su un unico server, che per merito della struttura Peer to Peer (P2P), gira su più computer allo stesso momento.

Sulla Blockchain, vengono eseguite le operazioni con i Smart Contract in maniera fedele a come sono state programmate in precedenza, per fare in modo di renderle sicure e, quindi, di non rischiare di essere vittima, ad esempio, di truffe o che s’intromettano terze parti. Questo perché una volta che si generano i processi programmati, questi non possono essere ne modificati e ne interrotti. E’ stato progettato per essere un protocollo conforme all’utilizzo da parte delle imprese, senza la necessità di avere degli intermediari. Gli Smart Contract possono essere utilizzati per effettuare diverse operazioni come, ad esempio, quelle finanziarie, registrazione di domini, crowdfounding, e sistemi elettorali.

Anche Ethereum, come i Bitcoin, si basa su un sistema decentralizzato, quindi, non è sottoposto a nessun tipo di controllo da parte di Istituti Centrali o banche. Anche con Ethereum è possibile fare Mining come la gran parte delle criptovalute.
Per possedere Ether, come per i Bitcoin, è necessario avere il Wallet, dove si potranno sia conservarle che comprarle e venderle e, dunque, si potranno utilizzare per fare acquisti o investimenti.

Ripple

Un’altra interessante criptovaluta è Ripple, entrata in circolazione nel 2013, ed è stata realizzata e potenziata in collaborazione con le banche. Prima era nota con il nome OpenCoin, che fu sviluppato da Chris Larsen e Jed McCaled, principalmente per superare alcuni problemi legate al Bitcoin, e fu effettuato l’abbassamento dei costi sulle transazioni e l’ottimizzazione dei tempi.

Anche questa valuta digitale in quest’ultimo anno, come i Bitcoin ed Ethereum, ha registrato un’elevata crescita sia del suo valore e sia della sua capitalizzazione. I tempi di svolgimento di un pagamento sono tra i più veloci nel settore delle criptovalute, le transazioni sono quasi istantanee, si parla di pochissimi secondi. In questo modo per le transazioni sono garantiti costi molto bassi, e quasi certamente per questo Ripple è la criptovaluta favorita dalle istituzioni bancarie.

Per parlare di Ripple si devono fare prima di tutto due distinzioni, ovvero, c’è RippleNet che è una rete che permette di trasferire valute tra le banche e altre istituzioni finanziarie, e tutte le transazioni vengono protocollate e decentralizzate per merito del Ledger XRP. I registri di transazioni, chiamati appunto Ledger, danno la possibilità di controllare gli scambi e completare le transazioni entro pochissimi secondi. Inoltre si possono scambiare e trasferire Ripple senza continuità di forma. Anche Ripple è considerata una delle opzioni più affidabili e sicure al Bitcoin.

Poi c’è la criptovaluta Ripple (XRP), che viene utilizzata per effettuare pagamenti tramite RippleNet. A differenza dei Bitcoin, con Ripple non si parla proprio di un sistema decentralizzato, perché sono già stati emessi da una società privata che tiene presso di se circa la metà dell’intera fornitura, che rilascia un quota fissa di mese in mese per non rischiare di avere un esito negativo sulla valutazione di mercato. Di Ripple, dunque, ne sono stati già creati 100 miliardi, e sono distribuiti soltanto da OneCoin, e non tramite mining come avviene per i Bitcoin. Un’altra caratteristica che differenzia i Ripple dai Bitcoin, è quella poter tracciare qualunque valuta, a disparità della rete Bitcoin che traccia unicamente i suoi movimenti.

Il successo di un trader passa dalla scelta del miglior broker, quindi oggi abbiamo deciso di descrivere i requisiti per la scelta di un brokers di trading degno di tale definizione.

Il settore del trading online è in continua evoluzione e con assoluta certezza e ombra di dubbio, i migliori brokers online sono:
eToro;
IQ Option.

Quando un broker è affidabile?

La scelta del broker finanziario è dunque fondamentale per il successo nel trading online, e un utente che per la prima volta accede al trading, deve tenere gli occhi aperti e scegliere il broker migliore.

Un broker ottimale per essere tale deve possedere delle specifiche essenziali.

Il broker ideale deve possedere molteplici caratteristiche, ci sono elementi importanti per la scelta del broker finanziario, ad esempio:

  • Regolamentazione del broker;
  • Facilità d’uso della piattaforma;
  • Assistenza clienti;
  • Disponibilità di Asset sulla piattaforma;
  • Disponibilità di una piattaforma demo illimitata e gratuita;
  • Deposito minimo;
  • Disponibilità di strumenti avanzati;
  • Sicurezza dei fondi depositati.

Sezione dei Migliori Broker Forex, CFD e Criptovalute (Testati dal nostro Staff!)

BrokerVantaggi*Conto Demo*
#1Voto Recensione
Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Demo
Opinioni eToro
#2Voto Recensione
Licenza: CySEC
Conto Demo di 10.000$!
Conto Vip Esclusivo!
Apri un conto VIP!
Demo
Opinioni BDSWISS
#3Voto Recensione
Licenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!
Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!
Demo
Opinioni IqOption
#4Voto Recensione
Licenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
Demo
Opinioni Markets
#5Voto Recensione
Licenza: CySEC
Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Demo
Opinioni 24Option

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading online.
I Broker presenti nella lista sono tutti certificati e autorizzati da CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).
*Conto Demo: Per beneficiare del conto demo e fare trading senza soldi veri sui Brokers elencati va effettuato il primo deposito con soldi veri che rimarranno chiaramente a disposizione del trader iscritto.

Migliori Brokers di Trading Online Regolamentati

eToro: Broker Trading online Regolamentato e Certificato

etoro Logo Ufficiale

etoro Logo Ufficiale

Spesso si sente parlare di quanto sia rischioso cercare di guadagnare online: la paura di truffe, la difficoltà nel reperire qualcuno che possa aiutarci, l’incapacità di comprendere tutti i meccanismi che sono alla base di tutte le operazioni di trading, ci preoccupano e ci allontanano da questo mondo.

Si ha la percezione di come investire in campo finanziario sia sinonimo di perdita e rovina; farlo online aggiunge solamente più incognite e di conseguenza più resistenze da parte di potenziali utenti.

In realtà oggi esistono numerosi espedienti che consentono di fare agevolmente trading online e allo stesso tempo di avere una speranza non troppo vana di ottenere un profitto.

Questa possibilità viene fornita da specifici broker che mettono a disposizione degli utenti delle piattaforme su cui è possibile fare Social Trading.

Una delle piattaforme più famose che consentono questa opzione si chiama eToro (Recensine eToro). Si tratta di una delle piattaforme più popolari portata al picco della sua fama proprio dall’enorme bacino di utenza che vanta.

Il Social trading, o Copy trading, prevede che ogni trader possa, letteralmente, copiare le azioni di altri trader operanti sulla piattaforma.

eToro CopyTrader

eToro CopyTrader

Ovviamente le operazioni che maggiormente vengono copiate sono quelle degli utenti più esperti.

Il successo di eToro è dovuto proprio alla sua attenzione verso i traders meno esperti, che solitamente trovano maggiori difficoltà nel comprendere le dinamiche di mercato, e quindi nelle scelte di investimento. Così la piattaforma viene organizzata in modo tale da essere uno strumento di apprendimento, dove è possibile chiedere aiuto, vedere in azione gli esperti e chiedere consigli agli stessi.

La piattaforma risulta essere un’ottima scelta anche per tutti gli utenti più esperti: essendo nata da parecchio tempo ormai, è stato possibile migliorarla anno dopo anno, facendo sì che oggi sia sinonimo di investimento sicuro con un broker innovativo.

Il boom di questo broker è dovuto quindi alla particolare rapidità e semplicità della piattaforma, mediante la quale è possibile fare operazioni che non è possibile fare tramite altre piattaforme.

Su eToro le operazioni che maggiormente vengono svolte da parte degli utenti sono quelle che riguardano il trading CFD e il Forex trading.

Un trader alle prime armi non potrebbe mai aspettarsi un profitto considerevole con queste due tipologie di trading, tuttavia il processo di Social trading/Copy trading permette tutto questo.

Nel Forex trading nel momento in cui un trader esperto acquisirà, per esempio, una certa valuta monetaria in un determinato asset, il trader meno esperto saprà senza dubbio dove deve o non deve procedere al rialzo. Il trading CFD prevede un investimento sul valore acquisito sul mercato da un bene materiale.

Il broker eToro propone una vasta gamma di beni su cui poter fare trading tra cui azioni, materie prime e criptovalute.

Con tutti questi vantaggi appare perfettamente comprensibile perché un numero crescente di traders sta scegliendo eToro.

Apri un Conto Demo Gratuito di $100.000 con eToro

Iqoption: Broker Regolamentato CFD e Forex Trading

Logo ufficiale IQ Option

Logo ufficiale IQ Option

IQ Option è tra i broker preferiti dagli utenti che navigano nel web in quanto:

  • E’ possibile fare trading reale con soldi veri con soli 10 euro;
  • E’ una piattaforma user friendly

Come abbiamo visto, IQOption si distingue dagli altri broker non solo per i metodi di prelievo, ma anche per le caratteristiche del conto di trading.

Il broker, presenta infatti due tipologie di conto reale:

  • Conto base: deposito minimo 10 euro, tempo prelievo 3/8 giorni;
  • Conto VIP: deposito minimo 3.000 euro, tempo prelievo 1 giorno.

Il conto Vip vi consente di accedere ad altri servizi non compresi nel conto base, come ad esempio:

  • Partecipazione agli esclusivi tornei di trading;
  • Asset con redditività alta;
  • Video tutorial gratuiti;
  • Analisi mensili;
  • Accesso a circa 500 Asset;
  • Assistente personale;
  • Formazioni esclusive.

Apri un Conto Demo Gratuito con iqoption

Il grande successo della piattaforma IQOption (iqoption recensione) è dovuto alla particolare configurazione della piattaforma stessa, su essa infatti si basa il suo successo.

La piattaforma si dota di importantissime qualità quali la chiarezza e la semplicità, che permettono anche ai traders meno esperti di comprendere il mondo finanziario, che di primo impatto risulta a dir poco ostico.

A livello grafico, infatti, IQOption è una delle piattaforme più lineari.

I grafici inoltre possono essere personalizzati, in modo tale che l’utente sia del tutto a suo agio avendo sotto mano gli strumenti che più utilizza. In aggiunta la previsione della modalità di visione del sito user friendly fa sì che l’utente possa accedere al suo account dal computer o dal cellulare, continuando a godere di una buona prestazione della piattaforma.

iqoption Forex

Sul web ormai la presenza di pratiche quali trading CFD e Forex trading è ben radicata; queste modalità di trading ad oggi risultano essere molto popolari, essendo utilizzate ogni giorno da milioni di utenti.

È proprio per questo che anche la famosa piattaforma iQ Option ha intravisto la grandissima opportunità che poteva significare e ha fatto in modo di dotarsi di queste due possibilità per fare trading.

Oltre che ad essere particolarmente amate dagli utenti di varie piattaforme di trading online, il trading CFD e Forex trading sono soprattutto degli strumenti che permettono di avere profitti molto alti, tarati sulla performance del trader.

Mentre il trading CFD basa il suo funzionamento sull’acquisizione e cessione di contratti con i quali prevedere un rialzo o ribasso di certi beni, il Forex trading invece non implica l’acquisizione di bei, bensì di valute che, secondo le proprie previsioni subiranno un aumento del tasso di cambio a confronto con le altre.

L’immediatezza di queste due pratiche consentono facilmente a tutti di potersi avvicinare, anche a tutti quegli utenti che non hanno ancora una grande dimestichezza.

La popolarità di IQOption ha raggiunto il culmine nel momento in cui è stata prevista la chance per gli utenti di poter fare un vero e proprio “esercizio” di trading: aprire un account demo gratis, sostanzialmente vuol dire proprio questo.

Con il Conto Demo è possibile fare trading senza perdere nulla perché di fatto non si sta andando a inficiare su un deposito reale, ma su uno virtuale.

Nel momento in cui il trader si sente sicuro dell’esperienza così accumulata, può aprirsi un account reale che per essere operativo ha bisogno di un deposito minimo, altra caratteristica che ha contribuito alla progressiva affermazione di IQOption.

Apri un Conto Demo Gratuito con iqoption

BDSwiss: Broker trading CFD e Forex

BDSwiss logo ufficiale

BDSwiss logo ufficiale

La piattaforma BDSwiss (BDSwiss recensione) è una delle più recenti, caratteristica che spesso fa storcere il naso ai traders che solitamente sono molto prevenuti e che, giustamente, hanno paura di incappare in una truffa.

Questo comportamento è piuttosto consolidato e viene confermato se si pensa all’enorme successo che invece hanno i broker di eToro o IQOption; questo accade perché gli utenti diffidano delle novità.

È possibile però affermare che si tratta solamente di una percezione perché BDSwiss è regolata da precise norme che la dotano di serietà così come per le altre piattaforme precedentemente nominate.

Perdere l’occasione di lavorare con una piattaforma come quella offerta da BDSwiss, solamente perché non ha ancora la stessa affluenza delle altre piattaforme è sicuramente impensabile soprattutto perché essa ha notevoli vantaggi.

Prima fra tutte la presenza di una grafica semplice e comprensibile che ben si adatta ad ogni tipo di esigenza degli utenti.

La grafica è stata uno dei requisiti che maggiormente è stato curato, infatti è prevista anche un’interfaccia user-friendly in modo tale che la piattaforma sia accessibile da qualsiasi supporto digitale.

Altra caratteristica molto importante per poter essere una piattaforma appetibile per la maggioranza è quella che prevede la possibilità di aprire un conto demo gratuito. Questa opzione è di particolare aiuto per tutti quegli utenti che ancora non si sanno muovere bene nel mondo del trading online e spesso commettono qualche errore che potrebbe inficiare sul deposito dell’account.

In questo modo il deposito è salvo perché se ne va ad utilizzare uno virtuale.

Anche l’account tradizionale prevede il deposito di una certa somma, questo è sicuramente vantaggioso anche per i traders esperti perché limita un’eventuale perdita.

BDSwiss offre due possibilità per quanto riguarda le modalità di lavoro: grazie a questa piattaforma ora possiamo fare sia trading CFD che Forex Trading. È da poco infatti che BDSwiss ha introdotto questa novità.

Grazie a questi ultimi il trader può ottenere un profitto senza impegnarsi nell’acquisto di un bene che ha valore sul mercato azionario; con il trading CFD ed il Forex Trading è possibile guadagnare semplicemente facendo previsioni sul rialzo o il calo del valore dei beni.

Dopo aver ultimato le procedure di registrazione e di apertura dell’account, è immediatamente possibile iniziare a fare trading scegliendo quale sistema sia più congeniale alle proprie preferenze.

Infatti mentre con il trading CFD si lavora tenendo in considerazione il valore di beni di mercato, con il Forex trading si va a esaminare le fluttuazione dei valori delle valute monetarie a livello globale.

Apri un Conto Demo Gratuito con BDSwiss

E' il momento di provare il Trading online!

Prova il Social trading con il broker eToro!

Apri un Conto Demo







FOLLOW US ON:
Guadagnare con le Cr
Migliori Broker per

info@bassilo.it

Il Team di Bassilo.it è formato da Analisti Finanziari - Trader, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari, appassionati di trading e informatica.

Vota questo Articolo:
NESSUN COMMENTO

Sorry, the comment form is closed at this time.

Account Gratuito da 100.000$

Prova il Robot Gratis!