HomeNewsIstat, Pil in risalita nel primo trimestre: +0,3% ma in Europa si cresce di più. La Bce non basta: ancora deflazione.

Istat, Pil in risalita nel primo trimestre: +0,3% ma in Europa si cresce di più. La Bce non basta: ancora deflazione.

Istat, Pil in risalita nel primo trimestre

 

! ATTENZIONE: Dal 2/07/2018 ESMA vieta ufficialmente le opzioni binarie in Italia e in tutti i paesi CE.
Tutti gli articoli presenti del nostro sito che trattano le “opzioni binarie” sono solo a scopo informativo.

 

Nel primo trimestre del 2016 il Prodotto interno lordo dell’Italia è cresciuto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,0% nei confronti del primo trimestre del 2015. A scriverlo è l’Istituto nazionale di statistica, nella sua stima preliminare sul Pil.

L’Istat specifica anche che il primo trimestre del 2016 ha avuto due giornate lavorative in meno del trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al primo trimestre del 2015. La variazione acquisita – la crescita annuale che si otterrebbe nei restanti trimestri dell’anno in assenza di una congiuntura economica – è pari a +0,6%; la metà esatta di quanto il Governo ha previsto nel Documento di Economia e Finanza

A trainare l’aumento del Pil sono i settori dell’industria e quello dei servizi, considerati nel loro insieme, mentre frena l’agricoltura. Dal lato della domanda il contributo positivo arriva dalla componente nazionale (al lordo delle scorte), mentre è negativo quello dell’export.

Dati positivi ma inferiori alle attese e al confronto con quelli degli altri Paesi europei. “Nello stesso periodo – si legge nello studio dell’Istat – il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0.5% in Francia, dello 0,4% nel Regno Unito e dello 0,1% negli Stati Uniti. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,1% nel Regno Unito, dell’1,9% negli Stati Uniti e dell’1,3% in Francia. Nel complesso, il PIL dei paesi dell’area Euro ha segnato una variazione positiva dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e dell’1,6% nel confronto con lo stesso trimestre del 2015”.

DEFLAZIONE Sul fronte dell’inflazione, la cura Draghi non sta ancora dando i frutti sperati (ma l’andamento è stato previsto dalla stessa Bce che prevede che l’inflazioni torni a salire nella seconda metà del 2016).

I dati dell’Istat registrano che nel mese di aprile 2016 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,1% su base mensile e registra una diminuzione su base annua pari a -0,5% (la stima preliminare era -0,4%), più ampia di tre decimi di punto percentuale rispetto a quella registrata a marzo (-0,2%). Peggiora anche il dato dell’Inflazione acquisita che per il 2016 è pari allo 0,5% (era -0,4% a marzo).

A pesare è ancora il prezzo dell’energia: “la maggiore flessione tendenziale dell’indice generale è principalmente da attribuire all’accentuarsi del calo dei prezzi degli Energetici regolamentati (-6,4%, da -2,7% del mese precedente), cui contribuiscono sia il Gas naturale (-9,9%, da -5,7% a marzo) sia l’Energia elettrica, che segna un’inversione di tendenza (-1,9%, da +1,5% del mese precedente).

Pertanto, al netto dei soli beni energetici, l’inflazione rimane stabile a +0,4%, mentre al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, scende a +0,5% (da +0,6% di marzo).”

Il cosiddetto carrello della spesa, ovvero il prezzo dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,1% rispetto a marzo e diminuiscono dello 0,2% su base annua (da -0,3% del mese precedente). I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto aumentano dello 0,2% in termini congiunturali e diminuiscono dello 0,9% in termini tendenziali (era -1,1% a marzo).

Broker OptionWeb

Recensione e opinioni sul Broker OptionWeb

optionweb

Optionweb Sito Web

Optionweb Sito Web

Nella grande offerta di piattaforme per il trading on line, OptionWeb si distingue per diverse caratteristiche che la rendono tra le più affidabili in assoluto.

OptionWeb nasce nel 2012 e in pochissimo tempo s’impone come punto di riferimenti nel panorama del trading; è stato il primo broker a conseguire la prestigiosa licenza CySEC e, per quanto attiene all’Italia, fornisce un’ulteriore certificazione di affidabilità grazie all’autorizzazione ricevuta dalla CONSOB (l’autorità italiana per la vigilanza dei mercati finanziari).

Trading di livello superiore per questa piattaforma giovane ma già di grande successo.

Optionweb entra di diritto nell’elenco dei migliori broker online legali ed autorizzati che offrono attività speculative.

Licenza CySEC Consob

Un broker regolamentato CySEC è garanzia assoluta di trasparenza e legalità.
I nostri investimenti, così come i nostri guadagni, sono al riparo e godiamo inoltre di garanzie assicurative sui capitali e riservatezza per quel che concerne i nostri dati.

I nostri soldi sono al sicuro, depositati su fondi creati appositamente e che sono diversi da quelli societari.

fai trading

Caratteristiche del Broker OptionWeb

Optionweb

Sicurezza: Protocolli internazionali
Certficazioni: Primo Broker Cysec 175/12
Bonus Benvenuto: Bonus Esclusivo del 100%!
[Solo per gli utenti di Bassilo.it]
Ottieni il Bonus!
Deposito minimo: 200,00 €
Posizione di minimo: 5,00 €
Posizione di massima: 250,00 €
Guadagno massimo: fino a 89%
Ritorno su perdita: fino al 20%
Account gioco demo: Si
Tipo Opzioni Binarie: Opzioni binarie, Lungo termine,
60 Secondi, One Touch, Coppie
Velocità dello scambio: 60, 90, 120 sec. 5, 10, 15, 30 min.
Lingua: Italiano, + 18 lingue
Materiale formativo: Tutorial, E-Book, Corsi e video corsi
Assistenza: Chat live, telefono e Mail
Prelievo: Sicuro e veloce
Mobile: Tablet e smartphone

fai trading



Apri un Conto Demo







FOLLOW US ON:
Segnali opzioni bina
Segnali da Google: i

info@bassilo.it

Il Team di Bassilo.it è formato da Analisti Finanziari - Trader, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari, appassionati di trading e informatica.

Vota questo Articolo:
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO