HomeNewsLa psicologia del Trader

La psicologia del Trader

La psicologia del Trader

 

! ATTENZIONE: Dal 2/07/2018 ESMA vieta ufficialmente le opzioni binarie in Italia e in tutti i paesi CE.
Tutti gli articoli presenti del nostro sito che trattano le “opzioni binarie” sono solo a scopo informativo.

 

La psicologia del trader è un argomento, soprattutto per chi inizia, molto sentito, perché le tecniche sicuramente si possono imparare, ma l’applicazione delle stesse, da parte di una persona che le applica, il più delle volte, si potrebbe dire, che lo fa in maniera discrezionale, quindi dando sempre una propria interpretazione. Il risultato, alla fine, dipenderà proprio dal Trader, se darà un esito positivo oppure no. La psicologia del Trader è la chiave, il fondamento, il primo fattore di successo, per riuscire nel mondo del trading. Soprattutto all’inizio, si consiglia di seguire un corso per imparare a fare Trading.

Quali caratteristiche psicologiche deve possedere un Trader?

Dovrà avere, disciplina, determinazione, conoscenza dell’analisi tecnica, sicurezza, capacità di gestire le emozioni, gestione del rapporto tra il rischio e il rendimento, coerenza, e costanza. Una caratteristica fondamentale, da prendere in considerazione, è prima di tutto, la motivazione, perché dal momento che s’incomincerà questo percorso, si andrà incontro sia a forti vincite, e sia a forti perdite. Tutte e due influenzeranno psicologicamente, a livello emotivo, perché anche troppa eccitazione dovuta dalle vincite, potrà non essere gestita bene. Un pericolo, infatti, a cui si potrà andare incontro, sarà proprio farsi trasportare dall’avidità, dal non accontentarsi e andare avanti ad oltranza, senza seguire delle strategie, senza avere un piano.

Se il Trader è una persona fragile psicologicamente, di fronte alla prima difficoltà, potrà sentirsi, ad esempio, di non essere più in grado di proseguire, e di conseguenza si arrenderà da subito.

Una persona motivata, invece, al contrario, l’affronterà e proseguirà, fino al superamento delle difficoltà. La prima domanda che bisogna farsi, è se si è realmente disposti a fare il possibile per raggiungere i propri obiettivi, e se si sarà disposti a fare tutto, perché questo molto probabilmente darà delle possibilità in più di riuscire. Bisognerà dedicare molto del proprio tempo, e si dovrà essere operativi, ogni giorno, e questo richiederà sacrificio e determinazione.
Un altro aspetto fondamentale, sarà la gestione dell’emotività, dal momento in cui si subiranno delle perdite del proprio capitale, perché finché si sarà continuato a vincerà, diciamo che sarà stato tutto comunque più semplice. Sarà preferibile, quindi, prepararsi psicologicamente, nel come potere reagire al meglio in queste occasioni, perché ci potrà essere d’aiuto in maniera netta e quindi automaticamente farà la differenza.

Come riuscire nel Trading?

Per riuscire nel Trading binario, in particolare nella fase iniziale, o meglio nella fase di apprendimento, bisognerà possedere dei requisiti, come ad esempio, la capacità di prendere appunti, perché una persona che sta imparando, gli sembrerà, nel momento dell’ascolto o dello studio, sia di aver compreso, e sia di aver memorizzato, ma non sarà così, perché avendo a che fare con diverse informazioni, e non avendo ancora nessuna esperienza pratica, si tenderà praticamente a dimenticarle nel breve termine. Si consiglia, inoltre, di prendere appunti non su fogli volanti, che si rischierà o di perderli o di leggerli in ordine sparso, ma di scriverli, ad esempio, su un quaderno, in maniera ordinata, e che sia facilmente consultabile, in maniera tale che, anche se, più in là nel tempo ne avremmo bisogno, ce lo ritroveremo. Andranno riportati, in particolare, i concetti fondamentali, per di più, mentre si scriverà, si avrà il vantaggio di memorizzare automaticamente le informazioni. Anche quando si sarà acquisita più esperienza, andare comunque a vedere determinati appunti, è un allenamento continuo per la memoria, che converrà fare costantemente.

Più ci si allenerà, e più ci si avvicinerà alla perfezione.

Per riuscire al meglio, bisognerà accompagnare la teoria alla pratica, e viceversa. Un’altra caratteristica importante, da prendere in considerazione, sarà la costanza, ad esempio, nella realizzazione giornaliera dei report, cioè dopo che si faranno delle operazioni, si consiglia di riportare, e di preparare anche dal punto di vista grafico, le entrate e le uscite, così ci si potrà più facilmente rendere conto, in tempo reale, se le cose staranno andando nel verso giusto oppure no. Bisognerà essere costanti anche nell’osservazione dei mercati. Un’altra capacità fondamentale che bisognerà possedere, per riuscire nel trading, sarà imparare ad utilizzare al meglio la piattaforma, perché, capita molto spesso che le prime perdite siano dovute principalmente per l’uso errato, a livello pratico, della piattaforma. Non ci sono delle regole, delle convenzioni standard da seguire, ogni Broker opzioni binarie è diverso. E’ consigliato, quindi, prima di iscriversi alla piattaforma, vedere bene come funziona, così fare Trading sarà più semplice.

Come imparare a fare Trading

La psicologia del Trader

La psicologia del Trader

Per imparare a fare Trading, ci sono diverse metodologie da seguire, ma in questa sede si prenderà in considerazione soltanto l’aspetto psicologico del Trader. Quando si fa Trading, e si dovranno prendere delle decisioni, non ci si dovrà fare condizionare, ad esempio, dalla paura che potrà accadere qualcosa che ci potrà danneggiare. La paura principale, sarà quella di perdere tutto il proprio denaro, e questo potrà creare così tanta insicurezza, da non permettere di operare, di investire, e quindi si tenderà costantemente a rimandare l’azione, trovando tutte le scuse possibili per giustificarsi. L’altra potrà essere, la paura di perdere occasioni, questo vuol dire, ad esempio, che si potrà decidere di aprire un grafico a caso, per poi vedere un’oscillazione qualsiasi, e pensare che in quel momento si sarebbe potuto fare un ottimo investimento, e non pensare che comunque in quel momento, si sarebbe anche potuto perdere dei soldi, tendendo a sottovalutarne i pericoli. In questo caso, come per la paura di perdere, di cui si è parlato prima, si tenderà comunque a non agire. Arrivati a questo punto, ci si potrà chiedere,

“Ma come si potrà controllare la paura?”

allora inizialmente, di solito fa sentire indubbiamente più sicuri, agire seguendo un piano ben preciso. Poi ci sarà d’aiuto, il tanto allenamento e la costanza, quindi, più si acquisirà esperienza e più automaticamente ci si sentirà più forti. La paura, è bene precisare, che comunque ci sarà sempre, sarà impossibile esserne totalmente distaccati, perché comunque si avrà a che fare con i propri soldi, i propri risparmi. L’importante sarà imparare a controllare la tensione, a gestire le emozioni. Per alcuni, ad esempio, avere delle strategie opzioni binarie da seguire, potrà fare da calmante, ma ognuno poi cercherà e troverà il proprio equilibrio.

Porsi degli obiettivi

L’obiettivo principale, sarà quello di ragionare in maniera operativa, come ad esempio, ragionare sul prezzo e ipotizzare a livello psicologico che cosa potrà succedere su alcuni livelli. Dal momento che il Trading, prima di tutto è psicologia, e poi tecnica, allora poter capire, come potrebbero reagire la maggior parte dei Traders su quei livelli di prezzo, è un po’ il fulcro per capire, dove potrà andare quel prezzo. Nel Trading o si deciderà di muoversi sulla base dell’analisi tecnica, o sulla base dell’analisi delle notizie. Ora si prenderanno in esame:
L’analisi tecnica classica: è un procedimento detto a cascata, si basa su un processo che si potrebbe dire sequenziale, perché nel Trading algoritmico, il prezzo si muove, portando degli indicatori/oscillatori a raggiungere certi valori, che normalmente daranno dei segnali, e di conseguenza i segnali porteranno i Traders ad effettuare delle azioni;
L’analisi tecnica evoluta: nel Trading evoluto, ci si basa sullo studio della dinamica del prezzo, il vantaggio sta che non avrò un ritardo fisiologico nell’azione, perché il prezzo si muoverà, poi si muoveranno gli indicatori, dopodiché gli indicatori daranno il segnale e il segnale verrà anche qui interpretato dal Trader, che di conseguenza agirà.

Fare degli studi su come si muoverà il prezzo, e attuare delle ipotesi, porterà ad effettuare delle proiezione di comportamento, che avremmo poi nel futuro. In questo modo, si saprà già come si comporterà il prezzo, come ad esempio, che strada potrà fare, e al quel punto si deciderà, se si andrà ad aspettarlo esattamente lì dove avremmo ipotizzato che passerà, oppure no. Il vantaggio in termini operativi, è che non si avrà un ritardo, e nel caso in cui ci si potrebbe sbagliare, come ad esempio, mancare l’ipotesi, a quel punto non bisognerà fare nulla, perché essendo l’ipotesi sbagliata, di conseguenza vorrà dire che si sarà errato anche nella strategia, e quindi sarà meglio a quel punto non fare nulla. Molte volte, quindi, si assoceranno a degli errori, perdite equivalenti al valore zero, o molto poco, invece, capita molto spesso, che la maggior parte dei Traders non si comporterà così, e quindi i loro errori li porteranno a delle perdite cospicue del proprio capitale.



Apri un Conto Demo







FOLLOW US ON:
Tradologic: migliora
L'incredibile Natale

info@bassilo.it

Il Team di Bassilo.it è formato da Analisti Finanziari - Trader, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari, appassionati di trading e informatica.

Vota questo Articolo:
NESSUN COMMENTO

Sorry, the comment form is closed at this time.