Le azioni Alibaba e Tencent in crescita. Gli investitori scommettono sulla fine della repressione tecnologica cinese

Le azioni di Alibaba Group (9988.HK) e Tencent (0700.HK) sono salite a Hong Kong lunedì dopo che la Cina ha multato Ant Group, fondato da Jack But, per 984 milioni di dollari in quello che sembrava essere un la fine delle azioni di regolamentazione contro il settore tecnologico del Paese.

Dopo la multa di venerdì, le affiliate di Alibaba hanno annunciato un riacquisto di azioni fino a 6 miliardi di dollari che valuta il fintech con uno sconto del 75% rispetto alla sua valutazione di offerta pubblica iniziale (IPO) abbandonata, ma è visto come fornire liquidità e certezza per gli investitori.

L’improvvisa divulgazione dell’appalto di Ant alla fine del 2020 ha innescato un’ampia repressione da parte di Pechino nei settori dalla tecnologia all’istruzione, poiché le autorità di regolamentazione hanno cercato di affermare la propria autorità sugli eccessi e le cattive pratiche che erano il risultato di anni di disordini, hanno affermato. crescere

L’indagine ha lasciato aziende e startup di 20 o 30 anni operanti in un nuovo ambiente incerto, spazzando via miliardi di prezzi delle azioni, coinvolgendo aziende dal gigante dell’e-commerce Alibaba alla società di giochi Tencent e al gruppo di consegna di cibo Meituan ( 3690.HK ).

Le azioni Alibaba quotate a Hong Kong sono aumentate del 3,2%, superando l’aumento dello 0,6% dell’indice Hang Seng (.HSI). Le azioni Tencent sono aumentate dello 0,7%.

Oltre ad Ant, le autorità cinesi hanno anche annunciato venerdì che il fornitore di servizi di pagamento online Tencent Tenpay ($ 414,88 milioni) è stato multato di quasi 3 miliardi di yuan ($ 414,88 milioni) per violazioni in aree come la gestione dei dati degli utenti.

La People’s Bank of China (PBOC) ha affermato venerdì che la maggior parte dei principali problemi affrontati dalle società di piattaforme finanziarie è stata risolta e che le autorità di regolamentazione sposteranno ora la loro attenzione dal prendere di mira società specifiche alla regolamentazione generale del settore.

“Consideriamo questo annuncio come un’importante pietra miliare per un ambiente normativo regolare, chiaro e trasparente per le società Internet cinesi”, hanno scritto gli analisti di Huatai Research in una nota ai clienti.

I principali azionisti di Ant, Hangzhou Junhan Equity Investment Partnership e Hangzhou Junao Equity Investment Partnership, che detengono oltre il 50% delle azioni per conto del management e dei dipendenti della società, non parteciperanno all’acquisizione, ha affermato.

Sabato Ant ha dichiarato di essersi offerta di riacquistare fino al 7,6% della sua partecipazione a un prezzo che equivale a una valutazione di gruppo di circa $ 78,5 miliardi. Ciò si confronta con una valutazione di $ 315 miliardi nel 2020 per l’IPO che avrebbe dovuto essere la più grande del mondo se i regolatori cinesi non fossero deragliati all’ultimo minuto.

Ant e le sue sussidiarie hanno violato leggi e regolamenti in settori quali la corporate governance, la protezione finanziaria dei consumatori, le operazioni di pagamento e regolamento, nonché gli obblighi antiriciclaggio, ha affermato venerdì la PBOC. La multa è stata una delle più alte mai inflitte a una società di Internet cinese.

Si vede che il completamento della multa di Ant aprirebbe la strada alla società per ottenere il permesso di acquisire società finanziarie, aumentare il suo tasso di crescita e infine rilanciare i suoi piani per una quotazione pubblica.

Gli analisti, tuttavia, si chiedono se Ant continuerà a registrarsi per il prossimo futuro. “Secondo la società, il motivo dell’acquisizione è fornire liquidità agli investitori esistenti e attrarre e trattenere individui di talento attraverso incentivi per i dipendenti”, ha affermato Oshadhi Kumarasiri, analista di LightStream Research che pubblica Smartkarma.

“Ant potrebbe ottenere entrambe queste cose con un’IPO. Ciò significa effettivamente che l’IPO è in attesa.”

Fonte: Reuters.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer