L’investitore “Big Short” Michael Burry afferma: “Non ho mai messo in cortocircuito alcuna criptovaluta” – avverte della più grande bolla

Il gestore di hedge fund Michael Burry, famoso per aver previsto la crisi finanziaria del 2008, afferma di non aver mai messo in cortocircuito alcuna criptovaluta. Ha inoltre avvertito che la bolla attuale è la più grande.

Bassilo.it consiglia

Trading Demo eToro

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Trading Demo con eToro

Bassilo.it

Michael Burry su Bubbles e shorting di criptovalute

Il famoso investitore e fondatore della società di investimento privato Scion Asset Management, Michael Burry, ha confermato su Twitter di non aver mai messo in cortocircuito la criptovaluta.

Burry è meglio conosciuto per essere stato il primo investitore a prevedere e trarre profitto dalla crisi dei mutui subprime statunitensi verificatasi tra il 2007 e il 2010. È descritto in “The Big Short”, un libro di Michael Lewis sulla crisi dei mutui, che è stato trasformato in un film con Christian Bale.

Domenica ha twittato:

Non ho mai cortocircuitato alcuna criptovaluta. Questa è la mia terza bolla, e la più grande. Ho imparato una o due cose. Treasury a 30 anni invece…

Ad ottobre, ha detto: “Credo che le criptovalute siano in una bolla”. Tuttavia, ha chiarito in un’intervista con CNBC che non era stato in cortocircuito scoperto di criptovalute nonostante avesse twittato su come accorciarle.

“Come si fa a shortare una criptovaluta? Devi assicurarti un prestito? C’è un breve sconto? La posizione può essere schiacciata e chiamata? In situazioni così volubili, tendo a pensare che sia meglio non abbreviare, ma qui sto pensando ad alta voce”, ha scritto.

A giugno, Burry ha avvertito della “madre di tutti gli incidenti”. All’epoca descrisse:

“Quando le criptovalute scendono da trilioni, o le azioni di meme scendono da decine di miliardi, le perdite di Main Street si avvicineranno alle dimensioni dei paesi. La storia non è cambiata”.

L’investitore Big Short non è l’unico a prevedere una bolla devastante. All’inizio di questo mese, l’investitore miliardario Stan Druckenmiller ha affermato che tutto è in una bolla . 

“Crypto, titoli meme, arte, vino, azioni … Questa bolla è in ogni cosa, in ogni risorsa del pianeta”, ha ammonito.

Nel frattempo, l’autore di Rich Dad Poor Dad, Robert Kiyosaki, ha ripetutamente avvertito di un imminente incidente. Alla fine di ottobre, ha predetto che sarebbe arrivato un gigantesco crollo, seguito da una nuova depressione. Raccomanda agli investitori di acquistare oro, argento e bitcoin.

Fonte: news.bitcoin

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Bassilo.it consiglia

Corsi Trading XTB

Bassilo.it

Lascia un Commento