Negli Stati Uniti Il PCE dell’indicatore dell’inflazione, arriva al 4,7% su base annua

Il prezzo di Bitcoin è salito e sceso di centinaia di dollari dopo che i numeri PCE sono stati rilasciati. L’indice dei prezzi della spesa personale statunitense (PCE) è aumentato dello 0,1% a novembre rispetto a ottobre e del 4,7% rispetto all’anno precedente.

Quando l’economia più potente del mondo ha fatto l’annuncio, BTC ha risposto con una minore volatilità dei prezzi. Venerdì il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha annunciato l’aumento del PCE. Il tasso di cambio è solitamente il parametro di riferimento della banca centrale in quanto fornisce il quadro più chiaro dei prezzi al consumo.

Il PCE core (che include alimentari ed energia) è salito del 5,5%, leggermente al di sopra della stima del 4,7%. Il rapporto afferma inoltre che anche i consumi generali sono aumentati a novembre (0,1%), ma non tanto quanto nei mesi precedenti (0,8%). Tuttavia, il reddito personale è aumentato dello 0,4% a novembre, ma meno di ottobre (0,7%).

Dopo il secondo indice dei prezzi al consumo (CPI) più popolare, l’indice dei prezzi al consumo è il secondo indice più citato per il calcolo dell’inflazione negli Stati Uniti.
A differenza degli annunci CPI, che in genere hanno un grande impatto sui prezzi BTC, il PCE ha comportato una minore volatilità.

La principale criptovaluta ha perso centinaia di dollari dalla sua famosa soglia di $ 16.800 prima di raggiungere un massimo giornaliero superiore a $ 16.900.

Fonte: Cryptopotato.com