Okex l'Exchange di criptovalute ideale per tutti?

Okex l’Exchange di criptovalute ideale per tutti?

OKEx è un exchange che si occupa di risorse digitali, per lo più criptovalute ed è nato in Cina.

Possiamo dirvi che è sicuramente basato su OKCoin e e tutti o la maggior parte dei suoi scambi sono basati sulle criptovalute e sugli scambi tra trader professionisti.

OKEx offre un numero molto ampio di coppie di cripto, per questo molti investitori lo scelgono.

Cos’è e quand’è nato l’exchange Okex

Okex è un exchange basato più che altro sulle criptovalute ed è nato qualche anno fa, nel 2011 e nel corso del tempo è cresciuto molto, tanto da diventare il secondo exchange di criptovalute più grande e più utilizzato a livello mondiale.

Da poco l’exchange OKEx si è trasferito sull’isola di Malta, come hanno fatto molti altri broker che conosciamo ma nonostante questo la sua sede ufficiale, la base, si trova in Cina nella città di Hong Kong.

Chi ha fondato l’exchange Okex?

I fondatori di Oker sono un gruppo di ingegneri e tecnici esperti in tecnologia che provengono da tutto il mondo.

Andy Cheung è uno di questi e fa porta di Okex dal 2011 come responsabile delle operazioni.

Okex è stato uno dei primi exchange ad imbattersi nel boom delle criptovalute, esplose letteralmente con l’avvento del Bitcoin.

La decentralizzazione è stato il fenomeno che ha cambiato praticamente tutto.

Gli esperti assunti da Okex in poco tempo sono diventati, nel campo della blockchain, dei maestri, così l’azienda ha deciso di avviarsi all’imprenditoria di risorse digitali.

Bassilo.it consiglia

Il lancio della piattaforma Okex ha interessato molte società importanti di capitali a rischio come la VenturesLab, la prima a chiedere una partnership.
Molti investitori sono stati catturati da Okex per la sua visione
imprenditoriale e a lungo termine.

Il fatto di investire nelle innovazioni del futuro è stato una spinta per molti imprenditori a scegliere Okex.

Ma perché è così conveniente investire in Okex?

Innanzitutto è uno dei più grandi exchange a livello mondiale, considerando il volume giornaliero che produce.

L’elevata liquidità di Okex ha catturato molti investitori che lo hanno scelto per investire nelle coppie di trading, valute e criptovalute.
Pensate che attualmente il volume giornaliero di Okex si aggira attorno al miliardo di dollari.

Tornando alla domanda posta come titolo del paragrafo, iniziamo col dirvi che Okex ha delle commissioni molto basse che si aggirano tra lo 0,03% e il 0,15%.

Di sicuro questo exchange è molto più economico di tanti altri exchange di criptovalute che conosciamo molto bene maggior parte degli altri scambi di criptovalute.

Per altro aggiungiamo che mette a disposizione una piattaforma per investire molto interessante perché è basato su una piattaforma desktop autonoma e indipendente.

Tutto questo facilita molto il trading per utenti meno esperti ma anche per gli hardware dei computer.

Molte piattaforme di trading vanno scaricate obbligatoriamente, inq questo modo viene occupata memoria del proprio pc che potrebbe compromettere la sua velocità.

Pensate se durante un’operazione importante vi si blocca il computer a causa della memoria, sarebbe un disastro!

Vi spieghiamo come aprire un nuovo account su OKEx

Ovviamente come al solito vi consigliamo di iscriversi a questo exchange per vedere se fa al caso vostro.

Una volta che avete deciso di scegliere Okex, vi spieghiamo come funziona quando effettuate l’iscrizione.
Vi spiegheremo tutto in 4 semplici passaggi.

Passaggio 1: vai sul sito ufficiale di OKEx

In primis ciò che dovrai fare sarà cercare su Google il sito Web ufficiale del broker OKEx e cliccarci su.

Vi consigliamo di aggiungere il sito Web ai preferiti in tale modo da non cercarlo tutte le volte su google.

Assicurati ovviamente che avete effettuato l’accesso al sito web originale, per riconoscerlo vi basterà cercare il suo certificato SSL firmato.

Passaggio 2: completate la procedura per registrarvi

Il secondo passaggio è l’iscrizione al broker, ciò che dovrete fare sarà cliccare su “iscrizione” in alto a destra del vostro schermo, completare un modulo mettendo le vostre informazioni: nome, cognome, email, data, ecc.

Fatto ciò potrete cliccare su “iscrivervi”, tasto che visionerete al centro del vostro schermo solo dopo aver completato il modulo.

Dopodiché visualizzerete la schermata principale senza più il form centrale.

Il passo successivo sarà passare il vostro cursore sull’email e clicca su “impostazioni”, in questo potete accedere al menù completo delle impostazioni.
Dovrete inserire la password nella scheda sicurezza e fatto ciò, da qui in poi, avrete l’opportunità di trasferire tutti i vostri token.

Passaggio 3: impostazione password e deposito fondi

Come terzo passaggio abbiamo l’impostazione della password.

Per impostare la password dovrete intanto associare il vostro Google authenticator, ma prima dovrete configurarlo ed installarlo.
Per installare Google Authenticator, dovrete fare il download sulo store del vostro dispositivo, iOS o Android e da qui potete scaricare l’applicazione.

Fate attenzione ad installare quella giusta, per altro, potreste trovarla già installata sul vostro smartphone.
Fatto ciò leggete il codice QR nella schermata di Okex in cui c’è scritto “Associa Google Authenticator“.

Ciò che trovate scritto accanto al codice QR è molto importante, si tratta della chiave di backup per la reimpostazione della password 2FA nel caso in cui ci sia un furto o smarrimento del vostro telefono personale.
Vi consigliamo di conservarlo da qualche parte, scriverlo direttamente su un foglio e riporlo in un luogo sicuro della vostra casa.

Fatto ciò, potete impostare la password e procedere con il deposito dei token sul vostro account appena creato.

Fatto il deposito dovrete trasferire dei fondi da “Il mio portafoglio” al vostro conto di trading per iniziare ad operare, sulla piattaforma corrisponde al “Conto Spot”.

Nella sezione “Il mio portafoglio”, puoi visualizzare tutti i token che sono stati depositati o ritirati dallo scambio. Una volta che fai clic su una moneta specifica, creerà un portafoglio dedicato per quella moneta e memorizzerà le monete lì. Potrai scambiare, una volta che la moneta è stata trasferita sul tuo conto di trading o spot.

Passaggio 4: effettuare ordini

L’ultimo passaggio che dovete fare sarà quello di effettuare ordini e per farlo dovrete cliccare su “Token Trading”, disponibile direttamente sul menu principale di Okex.

Fatto ciò dovrai decidere cosa iniziare a commerciare tipo: BTC, ETH, XRP o OKB ecc (OKB è il token di scambio utilizzato da OKex ed è molto simile a “BNB” utilizzato da Binance).

Praticamente sulla sinistra vedrai l’elenco completo di tutte le coppie di trading disponibili, ma potete anche trovarle in un altro modo, attraverso un altro tipo di ricerca.

Ad ogni modo, l’importante è trovare ciò che vi serve!

Dopo aver selezionato la coppia di trading che fa al caso vostro dovrete effettuare un ordine di acquisto o di vendita.

Una volta impostato il tipo di ordine, il prezzo e l’importo che volete investire, dovete avviare l’operazione.

Nella parte bassa del vostro schermo potete visionare tutti gli ordini che avete aperto, per cui, avrete una completa cronologia dei vostri ordini.

Come funziona il token OKB e perché sceglierlo?

Innanzitutto il Token OKB è quello ufficiale di Okex come già vi abbiamo

OKB è il token ufficiale che ha creato l’exchange OKEx e supporta anche tutte le loro coppie di trading.

Il token creato da Okex viene definito un token ERC-20 che può tranquillamente essere uno strumento scambiabile in borsa a buon volume anche con i mercati di Ethereum e Bitcoin.

Però vi ricordiamo che, come anche per i Bitcoin, OKB prevedere un numero limitato di di token ed è equivalente a 1 miliardo.

600 milioni sono stati distribuiti ai clienti OKEx mentre il resto è bloccato per 1-3 anni.

Conclusioni

Le conclusioni da parte nostra sono piuttosto positive, è una buona piattaforma sulla quale anche i commercianti possono trovarsi bene e vi consigliamo di provarla sicuramente.

Prova il Social trading di eToro!

Lascia un Commento

Bassilo.it consiglia