Opzioni binarie Classiche

 

[mkdf_dropcaps type=”square” color=”” background_color=”#12051″]![/mkdf_dropcaps] ATTENZIONE: Dal 2/07/2018 ESMA vieta ufficialmente le opzioni binarie in Italia e in tutti i paesi CE.
Tutti gli articoli presenti del nostro sito che trattano le “opzioni binarie” sono solo a scopo informativo.

 

Cosa sono le Opzioni Binarie Classiche e come negoziare

Quando si decide di investire i propri soldi nel trading binario, le opzioni binarie più comuni e utilizzate sono le Opzioni binarie classiche, chiamate anche Opzioni binarie “Call/Put”.

Queste specifiche opzioni binarie consentono di guadagnare elevati profitti, grazie, appunto, alla previsione corretta in un determinato lasso di tempo specifico, come 60 secondi, 5 minuti, 1 ora, etc., dell’andamento di prezzo di un certo asset.

Questi asset rappresentano le attività in cui è possibile investire, e sono le materie prime, conosciute meglio come commodities, le più rilevanti sono oro e petrolio; le coppie di valute, la più utilizzata è la coppia euro/dollaro; le azioni e le obbligazioni di importanti s.p.a, come Nike, Apple, e Google; e infine gli indici azionari, come il Nasdaq, FTSE MIB, o il Nikkei.

Con le opzioni binarie classiche è possibile scegliere, ad esempio, il tasto “CALL” se si considera che la prima valuta valga di più della seconda, mentre optare per il tasto “PUT” se si pensa che valga di più la seconda. Ma cerchiamo di capire meglio come funzionano…

Definizione di opzioni binarie classiche

Come le altre tipologie di opzioni binarie, quelle classiche sono uno strumento di investimento finanziario altamente speculativo, e che consentono di ottenere un rendimento fisso. Quello che è davvero essenziale nelle opzioni binarie classiche è il trend dello strumento finanziario, ovvero la direzione che assumerà: verso l’alto oppure verso il basso.

Abbiamo già detto, che è possibile investire su diversi asset, quali materie prime, indici, titoli azionari e obbligazionari, e le coppie di valuta. E che esistono due possibili scelte da prendere: “CALL” e “PUT”, ovvero al rialzo o al ribasso rispetto al prezzo d’acquisto iniziale.

Se la previsione è giusta si va “in the money”, se invece è sbagliata si va in “out of the money”.

Ma vediamo di capire meglio il funzionamento, che è alla base delle opzioni binarie classiche.

Come funzionano le opzioni binarie classiche?

Con le opzioni binarie classiche, se il trader decide di optare per la posizione “CALL”, allora la previsione corretta sarà che il prezzo dovrà essere al di sopra del prezzo d’acquisto iniziale dell’opzione, anche solamente di un solo punto percentuale, che in gergo si chiamano pips.
Se invece l’investitore decide di scegliere “PUT” allora il prezzo previsto dovrà essere al di sotto del prezzo d’acquisto.

Allo scadere del tempo previsto, se la previsione è esatta e l’opzione binaria ha chiuso in utile allora la terminologia utilizzata dai broker online è:
“in the money”, ovvero si intende che la previsione è stata corretta, rispettando sempre la scadenza precedentemente stabilita. In poche parole, l’investitore guadagnerà soldi. Il profitto può variare dal 75% all’85%, in base al broker scelto.

Se invece la previsione è errata e l’opzione binaria ha chiuso in perdita si dice che è:
“out the money”, che significa che la previsione non è corretta, e di conseguenza il trader non avrà ottenuto nessun profitto, e avrà perso tutto o in parte il proprio capitale investito.

Esempio di Opzione binaria Classica

Esempio Opzioni binarie Classiche

Esempio Opzioni binarie Classiche

 

Migliori Broker Opzioni Binarie (Testati dal nostro Staff!)