Oro: previsioni e prezzi marzo 2024

Lunedì i prezzi dell’oro hanno perso terreno dopo la forte performance di venerdì scorso, trainati dall’aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA, una situazione che generalmente riduce l’attrattiva degli asset non fruttiferi rispetto ai titoli a reddito fisso. In questo contesto, la coppia XAU/USD ha chiuso la sessione intorno ai 2.030$, leggermente al di sotto dell’area di resistenza di confluenza intorno ai 2.035$.

Sembra che molti investitori stiano aspettando e osservando il metallo prezioso all’inizio della nuova settimana, evitando di fare grandi scommesse strategiche per paura di essere colti dalla parte sbagliata di un’operazione. Questo atteggiamento cauto è stato probabilmente attribuito al grande evento di giovedì nel calendario economico statunitense: il rilascio dell’indicatore chiave dell’inflazione, l’indice di inflazione preferito dalla Fed.

Le previsioni mostrano che il PCE core a gennaio è aumentato dello 0,4% su base mensile, portando il dato annuale leggermente in ribasso dal 2,9% al 2,8%. Tuttavia, gli operatori dovrebbero prepararsi alla possibilità di sorprese nei dati, che riflettono le tendenze osservate nei sondaggi CPI e PPI pubblicati all’inizio di questo mese. Può causare volatilità sui mercati finanziari.

Lunedì i prezzi dell‘oro sono scesi dopo non essere riusciti a superare l’area dei 2.035 dollari, un’area di resistenza di confluenza dove una linea discendente incontra la media mobile semplice a 50 giorni. Se questo rifiuto ribassista verrà confermato nei prossimi giorni, potrebbe essere in arrivo un pullback verso i 2.005 dollari. Un’ulteriore debolezza punterà a 1.990 dollari, seguita da 1.995 dollari.

D’altro canto, se gli acquirenti riprendessero il controllo decisivo del mercato e avviassero un breakout sopra i 2.035 dollari, lo slancio rialzista potrebbe accelerare e ponendo le basi per un rally verso i 2.065 dollari. Ulteriori guadagni dopo questo punto potrebbero evidenziare 2.090 dollari e quindi un massimo storico di 2.150 dollari.

Fonte: Dailyfx.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer