HomePrevisioni Forex Euro Dollaro: Analisi Tecnica e andamento EUR USDPrevisione EUR / USD 8-12 Ottobre 2018 – Che direzione prenderà EUR?

Previsione EUR / USD 8-12 Ottobre 2018 – Che direzione prenderà EUR?

EUR-USD-previsione-8-12-ottobre-2018

La coppia EUR/USD ha subito una variazione molto importante durante questi ultimi giorni, il dollaro è tornato in vetta mentre l’Euro a causa del DEF italiano sembra non vedere luce.
Ma quale saranno i prossimi movimenti? Lo scoprirete nella Previsione EUR USD di oggi.

I verbali delle riunioni della banca centrale Europea (BCE) al momento sono molti differenti, oggi vi mostriamo la prospettiva da noi analizzata, con un’analisi tecnica aggiornata per EUR/USD.

Dopo che il governo italiano ha concordato il 2,4% di deficit di bilancio, la UE non è stata molto soddisfatta, anzi, consideriamo che la richiesta dell’Unione Europea era equivalente al 2%.

Promettendo dei deficit più bassi per il 2020 e 2021, il verdetto in realtà ancora non è stato reso noto, diciamo che è in attesa. Il dollaro statunitense è andato in alto anche grazie a questa “mancanza” dell’Italia. I rendimenti sono balzati sopra il 3,20%, queste sono le parole di Powell, il presidente della Fed:

“Fissare i tassi di interesse sopra il valore dell’inflazione è fondamentale, optiamo per una politica moneteria restrittiva.”

Il PFN nel frattempo ha deluso le aspettative dei 134.000 dollari, al momento però la revisione è al rialzo e la crescita salariale è molto buona.

I dati della zona Euro non sono stati ottimali anche a causa delle piccole medie imprese, a causa del calo delle vendite al dettaglio.

Alcuni dati della nostra previsione EUR / USD

  • Produzione industriale tedesca: La Germania è ciò che smuove maggiormente la zona euro, grazie alle sue esportazioni industriali che guidano ben 19 paesi. Nonostante ciò i recenti numeri di produzione industriale hanno deluso un po’ le aspettative, infatti Luglio ha registrato un calo dell’1,1%, ma potremmo vedere un bel rimbalzo nei mesi successivi: + 0,4%;
  • Fiducia investitori Sentix: lunedì, 8:30. Il sondaggio di circa 2800 analisti ha deluso le aspettative nel mese scorso, Settembre, con un calo di ben 12 punti, questo a fatto si che si tornasse al livello di luglio. Durante questo periodo, potrebbero esserci numeri simili: + 11,4;
  • Saldo commerciale tedesco: martedì, 6:00. Le esportazioni tedesche stanno addirittura “subendo” un surplus commerciale. Questo surplus si è ridotto a 15,8 miliardi di euro durante il mese di Luglio. È atteso un surplus simile, che corrisponderà quasi 16 miliardi;
  • Produzione industriale Della Francia: mercoledì, 6:45. La seconda economia del continente europeo ha registrato un aumento dello 0,7% nella produzione durante Luglio, molto meglio rispetto alle previsioni. L’industria francese potrà sovrastare quella tedesca ancora per un altro mese? Ora come ora, sembra di sì, un aumento dello 0,5% sembra essere dietro l’angolo;
  • CPI finale francese: giovedì, 6:45. L’indice dei prezzi di consumo Francesci è sceso dello 0,2% nel mese scorso e dovrebbe confermare la lettura iniziale;
  • Verbale della riunione della BCE: giovedì, 11:30. La BCE pubblica le deliberazioni interne della riunione del mese di settembre. La BCE non ha apportato modifiche alla politica interna, nonostante ciò, Mario Draghi, cerca di guadare il lato positivo. I commenti riguardo l’inflazione, i salari e futura politica monetaria sono nell’occhio del ciclone.
  • CPI finale della Germania: venerdì, 6:00. La pubblicazione tedesca ha mostrato un aumento dei prezzi di consumo dello 0,4% durante Settembre. Il numero finale confermerà molto probabilmente questo dato. Nonostante il l’ultimo rimbalzo mensile, vedendo la prestazione annuale, rimane comunque un risultato ababstanza deludente;
  • Produzione industriale generale: venerdì, 9:00. La produzione generale, quella complessiva dell’UE è diminuita dello 0,8%. È molto probabile che ci sarà un aumento: anche se per ora la previsione è di un -4%.

Analisi tecnica EUR / USD

L’Euro Dollaro inizialmente si è mosso molto bene, ma poi è calato in maniera molto nettata, perdendo il supporto a 1,1530 citato la scorsa settimana .

Ecco a voi delle linee tecniche dall’alto verso il basso.

1.1915 era il punto più basso durante lo scorso Gennaio e rimane rilevante. 1.1850 è stato il picco durante metà Giugno, prima che Draghi mandasse del tutto giù l’euro.

1.1815 è stato il punto più alto nel mese di Settembre. 1.1750 l’Euro ha tenuto e questo rimane comunque un livello abbastanza buono.

1.1720 è una linea che ha funzionato in entrambe le direzioni ed è riuscita a chiudere la coppia durante la metà di settembre. 1.1650 è stata una discesa a fine agosto, seguita da 1.1615 che ha svolto un ruolo molto importante.

1.1570 è stato il punto più basso nel mese scorso ed è arrivato alla fine di Settembre a 1.1530. Ha supportato la coppia per ben due volte ad Agosto.

1.1460 è stato il punto più basso durante l’inizio diOttobre. Il punteggio di 1,1435 ha tenuto giù la coppia EUR/USD quando è stata scambiata intorno ai minimi raccolti nel corso dell’anno.

1.1365 è il punto in cui si trova adesso l’euro, è un livello che ha in parte ammortizzato il calo del cambio Euro Dollaro durante questa repentina discesa.
1.1300 per ora è un numero che prova a tenere la coppia e, non dimentichiamoci che l’ha tenuta anche nel calo di Giugno 2017.

La previsione EUR/USD dei nostri Analisti

Rimaniamo ancora ribassisti su EUR / USD, sperando in un miglioramento della zona Euro.

Anche se tutto ciò che riguarda l’Italia sis ta risolvendo, il risultato non sembra cambiare: la Fed cerca di accelerare mentre la BCE lentamente, in modo graduale.



Apri un Conto Demo







FOLLOW US ON:
Previsione EUR / USD
Grafico e cambio Eur

info@bassilo.it

Il Team di Bassilo.it è formato da Analisti Finanziari - Trader, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari, appassionati di trading e informatica.

Vota questo Articolo:
NESSUN COMMENTO

Sorry, the comment form is closed at this time.

Conto Demo Trading Gratis

Conto Demo Trading Gratis