Richiesta sui rischi del governo svizzero sulla criptovaluta

Il Consiglio federale del governo svizzero ha richiesto una relazione sui rischi e le opportunità di introdurre la propria moneta digitale sostenuta dallo stato, o il cosiddetto “franco elettronico”, secondo quanto riferito da Reuters il 17 maggio.

Il Consiglio federale si è mosso per indagare sull’argomento su sollecitazione del legislatore svizzero e vicepresidente del Partito socialdemocratico, Cedric Wermuth.

Ora, la camera bassa del parlamento svizzero deve decidere se sostenere la richiesta di ricerca del Consiglio federale.

Se la proposta dovesse essere approvata, il Ministero delle Finanze svizzero condurrà uno studio sull’argomento. Nessun periodo di tempo è stato pubblicato per quanto riguarda il processo.