Rottura: DCG deve oltre $ 3 miliardi ai creditori, considerando la vendita del portafoglio VC da $ 500 milioni

Secondo un rapporto del Financial Times del 12 gennaio, il broker di criptovalute Genesis Global Trading deve ai suoi creditori più di 3 miliardi di dollari. La sua società madre, Digital Currency Group (DCG), che possiede anche Grayscale Investments e il suo portafoglio di fondi di asset digitali, sta cercando di vendere alcune delle sue partecipazioni in capitale di rischio per compensare il deficit.

Secondo persone che hanno familiarità con la questione, il braccio di rischio di DCG ha più di 200 progetti relativi alla criptovaluta “come scambi, banche e custodi in almeno 35 paesi”, per un valore totale di circa $ 500 milioni.

In precedenza si pensava che Genesis Global avesse un deficit stimato di $ 1 miliardo. Secondo il fondatore di Gemini Cameron Winklevoss, Genesis ha prestato più di 2,3 miliardi di dollari all’hedge fund Three Arrows Capital, con una perdita di 1,2 miliardi di dollari quando la società ha dichiarato bancarotta nel giugno 2022 per oltre 340.000 utenti. Guadagni <> Controversia Global Genesis.

Cointelegraph ha riferito il 16 novembre 2022 che Genesis aveva interrotto i pagamenti, citando “turbolenze di mercato senza precedenti”. A quel tempo, secondo quanto riferito, la società aveva $ 175 milioni di fondi bloccati in FTX e aveva già ricevuto un’iniezione di capitale di $ 140 milioni per coprire le perdite.

Fonte: Binance.com