Come investire in ETF con il Trading CFD Guida Principianti [2024]

Gli ETF, sono fondi negoziati in borsa, sono una forma di investimento che unisce le caratteristiche di fondi e azioni, sono formati da un gruppo di attività diverse, come titoli o materie prime. Un ETF può contenere attività che danno modo di monitorare il rendimento del suo mercato sottostante. Un fondo di negoziato in borsa, è un paniere di titoli comprati o venduti tramite una società di intermediazione (broker) in una borsa valori. Gli ETF si possono scegliere su quasi tutte le classi di attività che vanno dagli investimenti classici a beni alternati come valute o materie prime.

ETF e fondi di investimento sono molto simili, ma hanno anche una differenza principale.

La negoziazione, quindi l’acquisto e la vendita delle azioni di fondi di investimenti quotati, possono essere fatte in qualsiasi momento della giornata in borsa valori. I fondi comuni si negoziano una volta al giorno, dopo la chiusura delle contrattazioni.

Sia i fondi comuni che gli ETF sono una raccolta di titoli, si investe in molti asset, e sommano il valore delle attività e sottraggono le varie spese per ottenere il valore del fondo. Il prezzo dell’azione o il valore patrimoniale netto, viene ottenuto dividendo il valore totale del fondo per il numero di azioni.

Gli Exchange Traded Funds ETF offrono un’ampia gamma di investimenti nella loro classe di attività quali titoli internazionali, obbligazioni o materie prime. Gli ETF replicano un indice di mercato, per questo motivo, le commissioni di gestione sono molto basse a differenza dei fondi attivi.

Quindi per essere più chiari, Un ETF è un paniere di azioni, obbligazioni o altri beni che replicano i movimenti di un preciso mercato, industria o paese.

Come investire in ETF: Esempio pratico

E’ possibile investire in ETF attraverso le seguenti modalità:

  1. Rivolgersi al proprio istituto bancario, ciò comporta un investimento molto importante;
  2. Investire in ETF con il trading CFD attraverso le banche che offrono piattaforme di trading online come Fineco bank;
  3. Investire in ETF con il trading CFD attraverso i migliori broker di trading online come eToro o XTB;

Le ultime due modalità comportano investimenti molto più bassi rispetto all’acquisto reale di un ETF, pensate che attraverso il broker eToro è possibile iniziare ad operare con soli 50€ (il deposito minimo per aprire un conto reale su eToro).

Nel nostro esempio andremo a operare con la piattaforma di trading online eToro, eToro è una piattaforma di trading che consente agli investitori o trader di investire al ribasso o al rialzo attraverso il trading CFD su azioni, criptovalute, indici di borsa, materie prime e soprattutto in ETF, utilizzando lo strumento della leva finanziaria

Inoltre su eToro è possibile comprare azioni reali e comprare criptovalute reali, ho realizzato dei video che troverete nel nostro canale youtube @bassilotradingonline.

La caratteristica che rende eToro superiore alle altre piattaforme di trading online è che si tratta di una piattaforma di social trading, grazie alla sua funzione social permette al trader o investitore di accedere alla community di eToro composta da oltre 30 milioni di investitori. Quindi abbiamo la possibilità di trarre spunti di investimento da oltre 30 milioni di utenti, ma non finisce qui, perché grazie alla funzione CopyTrader, eToro permette di copiare le operazioni dei migliori trader o Popular Investor che operano sulla piattaforma dopo aver esaminato le perfomance e le statistiche del trader che si intende copiare.

Per accedere alla sezione ETF, dalla home basta cliccare sulla voce “Esplora” del menu principale, una volta approdati sulla pagina “Esplora”, cliccare sull’icona “ETF” nel menu dei strumenti finanziari posto in alto.

Approderemo alla pagina di eToro riguardante gli ETF:

Qui troveremo una lista di tutti gli ETF negoziabili su eToro attraverso il trading CFD; quindi, non saremo titolari del fondo ETF ma andremo ad investire solo sul suo valore.

Prendiamo ad esempio l’ETF “SPY” cliccando sulla stringa approderemo alla pagina riguardante l’ETF SPY, ricca di informazioni molto utili, per prima cosa sulla destra troviamo le informazioni, cioè su cosa si basa l’ETF “SPY”, come riporta eToro:

“SPDR S&P 500 ETF Trust è il fondo indicizzato più grande al mondo. Istituito nel 1993 e gestito da State Street Global Advisors Trust Company, mira a riprodurre le performance dei titoli azionari delle 500 più grandi compagnie statunitensi per capitalizzazione sottostanti l’S&P 500® Index. Viene quotato in $ sulla Borsa di New York con il simbolo SPY. Monitora il prezzo di SPY su eToro.”

Inoltre troveremo, Su quali ETF hanno investito i trader presenti su eToro, le performance dell’asset, la sezione social con i post dei trader riguardanti esclusivamente l’ETF in questione, il grafico con tutti gli strumenti di trading messi a disposizione da eToro, le notizie e le statistiche. Insomma una panoramica completa del fondo ETF SPY.

Prendiamo un altro esempio, l’ETF “TLT”, clicchiamo sulla stringa e approdiamo sulla pagina dell’ETF “TLT”, le informazioni sulla destra riportano che:

“iShares 20+ Year Treasury Bond ETF è un fondo obbligazionario indicizzato istituito nel 2002. Mira a replicare l’andamento di titoli obbligazionari del Tesoro USA con scadenza ventennale o superiore sottostanti l’ICE U.S. Treasury 20+ Year Bond Index. Viene negoziato in $ sul Nasdaq con il simbolo TLT. Monitora la quotazione in tempo reale di TLT su eToro.”

Quindi per ogni ETF possiamo capire su cosa si basa, da cosa è composto l’ETF, se azioni, indici azionari, materie prime, o altri strumenti finanziari.

Come fare trading sugli ETF con il trading CFD

I CFD (Contracts for Difference) sono strumenti di negoziazione su derivati che offrono la possibilità di negoziare sul movimento dei prezzi di varie attività finanziarie come materie prime, coppie valute, futures su materie prime e molti altri. I CFD è un metodo semplice per scommettere su mercati diversi senza mai possedere fisicamente l’attività finanziaria su cui si basa il contratto. Il trader considerano i CFD un’opzione molto popolare per diversificare le proprie negoziazioni in diversi mercati mondiali.

La differenza tra l’apertura e l’uscita di una negoziazione è un contratto per differenza (CFD). Un CFD è uno strumento di negoziazione che replica i movimenti del bene sottostante. Permette di avere profitti o perdite quando l’asset che si è scelto (coppie di valute, materie prime ecc.) si muove in relazione alla posizione assunta, ma l’asset scelto non è reale non è fisicamente di proprietà. Più semplicemente, il CFD è un contratto tra il cliente e il broker. Negoziare CFD ha diversi vantaggi importanti e questi hanno aumentato la popolarità degli strumenti negli ultimi tempi. Il trading di CFD è basato su OTC, non è negoziato a l’interno di una borsa finanziaria.

Con l’aiuto dei CFD è diventato possibile negoziare i movimenti dei prezzi di vari strumenti finanziari, coppie di valute, indici azionari, ETF, criptovalute, azioni, materie prime, senza la necessità di possederli fisicamente.

Ora passiamo alla pratica, cioè come aprire un’operazione di CFD su ETF con eToro:

  • Dal menu principale clicchiamo su Esplora, poi dal menu posto in alto clicchiamo sull’icona “ETF”;
  • Apriamo la pagina riguardante ad esempio l’ETF SPY che sembra i più performante;
  • Clicchiamo sul tasto “Investi”in alto a destra, si aprirà la finestra di acquisto;
  • Possiamo selezionare “Acquista” o “Vende”, perché attraverso il trading CFD con leva è possibile sia investire al rialzo “Acquista” che investire al ribasso “Vende”. Selezioniamo “Acquista”;
  • Inseriamo l’importo che vogliamo investire, ad esempio 10000$;
  • Impostiamo lo Stop loss(vai alla guida sullo stop loss eil take profit) cioè il tetto massimo di perdita, impostiamo un valore di prezzo che nel caso venisse raggiunto la posizione si chiuderà automaticamente, quindi andiamo ad inserire il prezzo (da importo passiamo a prezzo) di perdita massimo a 3000$, è possibile anche attivare il Trailing stop loss che permette di mantenere aperta una posizione per continuare a trarne profitto fin quando il prezzo si muove sulla giusta direzione;
  • Impostiamo il Take profit a 4500$, cioè andremo ad inserire l’eventuale obiettivo di profitto, nel caso il nostro ricavo arriva a 4500$, la posizione si chiuderà automaticamente;
  • Impostiamo il campo leva a “x5” (eToro per i CFD su ETF offre 3 valori di leva finanziaria x1, x2, x5), in questo caso si sta facendo trading CFD su ETF (notare la scritta TRADING DI CFD” LEVA PIU’ ALTA SIGNIFICA RISCHIO PIU’ ALTO);
  • Cliccare su “Apri Posizione”;
  • Una volta aperta la posizione possiamo vederla sempre nel nostro “Portafoglio”

Quindi abbiamo aperto una posizione di acquisto di 1000$ sull’ETF SPY al valore attuale di circa 447$ circa ad unità, investendo così su circa 111 unità, con leva finanziaria x5 che comporta un’esposizione di 50000$, lo stop loss a 3000$ e il take profit a 4500$.

Possiamo trovare tutte le nostre operazioni nella sezione Portafoglio, dove è possibile visionare l’andamento delle operazioni, modificare gli importi di stop loss e take profit, e soprattutto nel caso di ricavo, possiamo chiudere la nostra posizione e ottenere così un profitto.

ETF: Cosa sono

L’Exchange Traded Fund (ETF) è un genere di fondo d’investimento a gestione passiva che, come un normale titolo azionario, si può negoziare in Borsa. E’ costituito da un insieme di differenti asset che operano come un unico asset negoziabile. Di solito gli ETF sono ritenuti strumenti d’investimento a lungo termine per il fatto che implicano un basso rischio e quindi i profitti sono costanti e distribuiti nel tempo. Gli ETF hanno un numero corrispondente di azioni di società presenti nell’indice in modo tale da poter ripetere l’andamento dell’indice nella maniera più precisa possibile.

Gli ETF replicano diversi settori come quello legato alla materie prime o quello energetico.

Dunque ogni ETF segue uno specifico indice di mercato o strategia.

In particolare i responsabili di un ETF comprano un numero variante di quote di titoli degli indici di riferimento che corrisponde alle risorse disponibili. Questo fa sì che il valore dell’investimento sia uguale a quello dell’indice replicato. Quando si procede con l’acquisto di un ETF si ha chiaro sin da subito in che genere di prodotti verranno investiti i propri fondi.

Il risultato dipende dall’andamento dell’indice scelto e non dalle capacità del gestore come avviene per i fondi attivi.

La caratteristica principale degli ETF è la cosiddetta “creation/redemption in kind” che viene tradotto come “creazione/rimborso in natura”.

Si tratta di un procedimento che da la possibilità sia di replicare l’indice sia di beneficiare di un maggiore risparmio in confronto a un fondo tradizionale. Si sta parlando del meccanismo con il quale vengono realizzati gli ETF, vale a dire che, in teoria, questo processo consente un giusto rapporto tra il prezzo dell’ETF e il Benchmark (criterio di giudizio per determinare la prestazione di un fondo d’investimento, di un titolo o l’andamento del mercato in genere).

Per gli ETF non sono previste commissioni ne di entrata e ne di uscita ma al loro posto c’è la commissione di intermediazione che cambia da banca a banca e da cliente a cliente.

Non c’è neanche la commissione di performance che è ristretta solo a pochi fondi comuni. Inoltre la commissione di gestione è molto bassa. Questa viene calcolata su base giornaliera come percentuale del patrimonio totalmente gestito, quindi di giorno in giorno vengono scalati dal valore oggettivo del fondo. Perciò gli investitori si trovano a pagare le spese di gestione solo per i giorni in cui hanno posseduto le azioni.

Un ETF acronimo di Exchange Traded Fund è un fondo indicizzato che replica un indice come il FTSE MIB e viene negoziato come un titolo azionario.

ETF: Vantaggi e punti di forza

Elenchiamo i vantaggi di investire con ETF:

  • Costi bassi: Gli ETF replicano semplicemente un indice, e non serve elaborare analisi per selezionare il titolo, come nei fondi di investimenti attivi. Per questo il broker ETF per il offrire il servizio ha come spese solo le commissioni annuali che sono molto basse;
  • Capacità operativa: Quando si investe in ETF sappiamo in ogni momento il prezzo con cui compro, vendo e le variazione giornaliere;
  • Diversificazione: Con un ETF si può investire anche in diverse classi di attività non solo nell’azionario;
  • Dividendi: Molti ETF distribuiscono dividendi annuali che le società hanno pagato ai loro azionisti. I dividendi riguardano l’acquisto reale o investimento reale in ETF, mentre attraverso il trading online è possibile investire in ETF utilizzando il famoso trading CFD quindi solo sul valore dell’ETF sena possederlo realmente.

Gli azionisti che hanno le azioni nei loro fondi li negoziano, li comprano e li vendono rapidamente. Un ETF è quotato e opera come una azione, viene negoziato durante la giornata.

Perché investire in ETF

In un passato non troppo lontano, gli investitori che erano interessati a investimenti comuni acquistavano fondi comuni di investimento, dove potevano acquisire i rendimenti di un portafoglio diversificato utilizzando un unico veicolo di investimento. Tali fondi, tuttavia, presentavano alcune limitazioni, tra cui il fatto che le posizioni in esse possono normalmente essere modificate solo dopo le ore di mercato in base al loro valore patrimoniale netto (NAV).

Negli anni più recenti, è emerso un nuovo tipo di investimento congiunto nel fondo negoziato in borsa (ETF).

Offre un’alternativa più flessibile che viene valutata dinamicamente sul mercato.

Gli investitori tradizionali di fondi comuni adottano spesso strategie di buy-and-hold incentrate sul valore a lungo termine delle attività e dei dividendi pagati da un fondo comune di investimento.

Tuttavia, gli ETF possono servire sia a obiettivi di investimento a lungo termine che a breve termine.

Sono quotati come un titolo, quindi gli ETF possono essere acquistati, venduti o persino venduti allo scoperto nel trading intraday, da investitori che cercano guadagni a breve termine. E come i fondi comuni di investimento tradizionali, possono anche essere detenuti a lungo termine come parte di una strategia di crescita con un portafoglio diversificato.

Inoltre, possono fungere da strumento sottostante per i derivati, come i futures e le opzioni. Per acquistare o vendere un ETF, un trader avrà bisogno solo di un conto di intermediazione attraverso un broker professionale e sicuro.

Investire in ETF è come se si disponessero i propri risparmi in comune con gli altri investitori. Tramite i depositi degli investitori sarà poi il gestore del fondo a occuparsi dell’acquisto degli strumenti su cui si è deciso di investire. Il risultato è scaturito da tutti i singoli strumenti che fanno parte del fondo sui cui si è andato a investire.

Gli ETF sono quotati in Borsa, quindi possono essere negoziati durante gli orari di Borsa. Sono ripartiti in uno specifico numero di azioni che possono essere sia acquistate e sia vendute in ogni istante, come succede per i titoli azionari o obbligazioni. Si può comprare, ad esempio un ETF che replica un settore sanitario, quindi invece di acquistare le azioni delle singole imprese del settore si sta investendo direttamente sull’indice settoriale tramite le prestazioni combinate delle diverse azioni.

L’investitore ha la possibilità di prendere visione degli ETF e, quindi può vedere dove il fondo è stato investito e quali sono i risultati. Gli ETF hanno anche il vantaggio di poter essere negoziati tramite i CFD (Contract for Difference).

Inoltre hanno costi molto bassi di negoziazione e di cambio valuta.

Fare trading con gli ETF significa investire su fondi che comprendono le migliori prestazioni degli indici più vantaggiosi sui settori più importanti.

Ci sono gli ETF:

  • Long: si possono negoziare durante le fasi rialziste, quindi si procede con l’acquisto;
  • Short: si possono negoziare durante le fasi ribassiste, quindi si procede con la vendita. Gli ETF short sono più adatti per un trading di breve periodo. In questo caso si vende il sottostante allo scoperto per il fatto che ci si aspetta un ribasso della quotazione del prodotto oggetto della transazione. Dove poi, una volta venduto, lo si potrà comprare in un momento successivo a prezzi più bassi.

Investire in ETF significa diversificare il proprio portafoglio e questo è fondamentale perché permette agli investitori di ridurre il rischio dei propri investimenti.

Inoltre gli ETF limitano i costi di gestione degli investimenti.

Quando si investe in ETF è importante valutare per bene i propri obiettivi e la propria propensione al rischio. E’ fondamentale fare delle scelte di investimento che rispettano le proprie necessità.

In base al tipo di broker con cui si decide di negoziare si possono trovare diversi tipi di ETF.

Con Fineco bank sei nel posto giusto per investire in ETF!

Fineco bank è presente sul mercato da ben 24 anni, nata nel 1999 ha come obiettivo quello di aiutare gli utenti interessati a investire sui principali mercati mondiali grazie a una piattaforma di trading all’avanguardia ma semplice da utilizzare, inoltre offre commissioni sempre trasparenti e soprattutto l’affidabilità di una delle banche più solide in Italia.

Vantaggi di investire in ETF con Fineco bank

  • Sicurezza e affidabilità: Banca Solida, +1,4 milioni di clienti;
  • Semplicità di utilizzo: Investi nei mercati grazie all’App Fineco;
  • Professionalità e semplicità: Strumenti professionali ed evoluti adatti anche ai principianti;
  • Assistenza al cliente: +200 operatori italiani a disposizione dei clienti.

Leggi la nostra Recensione di Fineco bank.

Migliore Piattaforma per investire in ETF

Dopo un’attenta selezione possiamo garantire che la migliore piattaforma per investire in ETF è Fineco bank.

🏆 MIGLIORE BANCA TRADING 2023
Fineco Bank
  • Valutazione degli Esperti: ⭐⭐⭐⭐⭐ 9,3
  • Recensioni Trustpilot: Stella TrustpilotStella TrustpilotStella TrustpilotStella Trustpilot 4,8 Molto Buono
  • Regolamentata: CONSOB n. 11971
  • Conto Bancario Gratuito: 12 mesi zero canone
  • Scuola di Trading: Corsi in aula nella tua città
  • Azioni ed ETF: Commissioni Trasparenti fisse e variabili
  • Deposito minimo: 0€ di deposito minimo
  • Spread: Commissioni Trasparenti fisse e variabili
  • Criptovalute: CFD su criptovalute
  • Formazione: Corso di trading per principianti


Conto Bancario Gratuito per 12 mesi e Illimitato Senza Vincoli di Deposito.
L’operatività in strumenti finanziari può determinare perdite di capitale.


FINECO LA PRIMA BANCA IN ITALIA A OFFRIRE CRIPTOVALUTE.

 

Scopri gli ETF di Fineco bank

ETF Fineco AM

ETF Fineco AM

Fineco vanta di essere il primo gruppo italiano a quotare ETF su Borsa italiana. Fineco ha appena creato una nuova linea di investimenti ETF quotati in Borsa. Stiamo parlando di ben 11 ETF nati dall’esperienza e dalla professionalità di Fineco Asset Managment

  • 6 ETF azionari;
  • 5 ETF obbligazionari.

Gli ETF (Exchange Traded Funds) proposti da Fineco sono fondi o SICAV che hanno come caratteristica basse commissioni di gestione, e vengono negoziati su un mercato regolamentato come normali azioni. Inoltre il fattore più importante è che hanno come obiettivo quello di replicare l’andamento e il rendimento di indici azionari, obbligazionari o di materie prime.

ETF Azionari di Fineco bank

  1. Tecnologia e sostenibilità: Nuove tecnologie come la realtà virtuale/aumentata, l’Intelligenza Artificiale e Machine Learning.

  2. Sicurezza informatica: Cybersecurity;

  3. Semiconduttori: Dispositivi intelligenti, 5G, reti a banda larga, poggiano su una base costruita dai semiconduttori;

  4. Consumi e sostenibilità: Aziende che operano in questo settore, rappresentano sia un investimento difensivo durante i cali di mercato, che nel medio-lungo termine;

  5. Finanza globale e sostenibilità: Servizi finanziari e Sostenibilità in fortissima crescita per via delle leggi che hanno posto i servizi finanziari come perno della transazione globale verso la sostenibilità;

  6. Materie Prime: Costruzione di infrastrutture elettriche, le necessità dettate dall’elettrificazione e il probabile aumento degli investimenti in energie rinnovabili porterà a un incremento della domanda di alcuni metalli, come emerso nel report International Energy Agency.

ETF Obbligazionari di Fineco bank

  1. Obbligazionario dollari corporate High Yield: Una rivalutazione del capitale a lungo termine;

  2. Obbligazionario euro corporate High Yield: Una rivalutazione del capitale a lungo termine;

  3. Obbligazionario corporate euro a 3 anni ESG: Una rivalutazione del capitale a lungo termine;

  4. Obbligazionario corporate euro ESG: Una rivalutazione del capitale a lungo termine;

  5. Obbligazionario corporate dollari ESG: Una rivalutazione del capitale a lungo termine.

Leggi la nostra Recensione di Fineco bank.


Conto Bancario Gratuito per 12 mesi e Illimitato Senza Vincoli di Deposito.
L’operatività in strumenti finanziari può determinare perdite di capitale.

ETF strutturati ed ETF levaraged

Esistono gli ETF strutturati e gli ETF levaraged cioè ETF con la leva:

Gli ETF leveraged cioè con leva hanno alcuni rischi e svantaggi che gli investitori a lungo termine dovrebbero conoscere. I fondi negoziati in borsa con leva finanziaria (ETF) cercano di moltiplicare e talvolta invertire il rendimento giornaliero di un indice o di un’attività sottostante. Esistono molti ETF leveraged disponibili con diversi obiettivi e livelli di leva finanziaria, ma questi titoli presentano alcuni rischi e svantaggi di cui gli investitori dovrebbero essere consapevoli.

I fondi negoziati in borsa sono essenzialmente fondi comuni di investimento scambiati su una borsa principale. Molti ETF consentono agli investitori di possedere tutti gli stock in un indice, come l’S & P 500, mentre altri sono gestiti attivamente.

Gli ETF con leva utilizzano il debito e / o i derivati ​​per generare una performance doppia o tripla rispetto a un determinato indice o classe di attivi. Gli ETF leveraged tipicamente amplificano i rendimenti giornalieri di due o tre volte e possono essere ETF lunghi (toro) o corti (orso).

Vantaggi e svantaggi ETF rispetto ai fondi comuni

Mentre le tradizionali quote di fondi comuni vengono acquistate direttamente dal fondo, gli ETF vengono acquistati e venduti tra gli investitori in borsa. Inoltre, i fondi comuni di investimento sono valutati in base al loro NAV alla fine di ogni sessione di negoziazione, mentre gli ETF sono valutati in base all’offerta e alla domanda del mercato.

A differenza dei fondi comuni di investimento, gli ETF possono essere acquistati a margine e con ordini a prezzo limitato. Mentre i fondi comuni di investimento possono richiedere investimenti minimi elevati, gli ETF possono essere acquistati in piccole quantità, consentendo un accesso più facile ai piccoli investitori.

Gli ETF sono strumenti finanziari scelti da coloro che non voglio investire direttamente sulla materia prima ma voglio ottenere profitti indiretti.

Questo è possibile farlo attraverso il Trading CFD.

Guida trading ETF: Come fare trading sugli ETF

Fare trading sugli ETF è possibile attraverso la vostra Banca quindi utilizzando la piattaforma di Home Banking, secondo noi è altamente rischioso a meno che non siate degli esperti trader e avete le basi e l’esperienza che vi permette di non rischiare il vostro investimento, il metodo che consigliamo per avvicinarsi al trading con gli ETF è quello di utilizzare il trading online, nello specifico il trading CFD sui titoli azionari.

Il Trading online è facile e veloce. Puoi informarti sulle opzioni di investimento, effettuare ordini di acquisto e vendita, e possibilmente ottenere una consistente quantità di denaro. Tutto questo lo si può fare comodamente da casa tramite una piattaforma qualificata. Come con qualsiasi strategia di investimento si possono trarre sia vantaggi che rischi. Oggi sono molte le persone che investono nel Trading online. A differenza di una volta che era necessario contattare un broker per effettuare un investimento, adesso può essere eseguito in maniera autonoma, bastano pochi click.

Questa accessibilità ha reso il Trading online fattibile per tutte le fasce economiche.

In passato erano poche le persone che potevano investire i loro soldi, uno dei motivi erano le commissioni che erano molto più alte. Ora i Trader possono acquistare e vendere senza mai parlare con un broker. Quindi, il trading online consente di negoziare praticamente senza alcuna comunicazione diretta con il broker. Fare trading online è più economico, le transazioni si possono aprire anche con meno di 10,00 euro, ad esempio con IQ Option è possibile fare Trading a partire da 1,00 euro.

Oltre alla possibilità di esercitarsi attraverso l’utilizzo di Conti Demo Gratuiti che permettono all’utente di esercitarsi con denaro virtuale senza rischiare di perdere soldi reali.

Oltre a ciò i Trader possono scambiare quando vogliono. Il trading online da la possibilità di effettuare transazioni in maniera molto veloce. Inoltre, gli investitori sono in grado di vedere in maniera autonoma tutte le loro opzioni, invece di dipendere da un broker che gli consiglia come investire i loro soldi.

Un altro dei vantaggi è che si può operare anche tramite lo smartphone e il tablet, oltre che dal computer. In questo modo in qualsiasi momento è possibile vedere eventuali guadagni o perdite in tempo reale. Sia per i Trader professionisti che per quelli principianti, il Trading online presenta una soluzione conveniente per ottenere degli ottimi guadagni.

Come sono regolati gli ETF?

La stragrande maggioranza dei fondi negoziati in borsa sono registrati presso la SEC e, come i fondi comuni di investimento, devono rispettare le disposizioni applicabili dell’Investment Company Act del 1940 e gli ordini esenti emessi ai sensi di tale legge.

Diversi regolamenti si applicano agli ETF basati sulle materie prime, che detengono circa il 3% delle attività dell’ETF. Gli ETF basati sulle materie prime che investono in future su materie prime sono regolati dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC), mentre quelli che investono esclusivamente in materie prime fisiche sono regolamentati dalla SEC ai sensi del Securities Act del 1933.

Investire in ETF nel petrolio e del gas

I prezzi nel settore europea di petrolio e gas sono aumentati. I prezzi del petrolio hanno recuperato il loro valore dopo anni di poca visibilità. Le società petrolifere e del gas traggono vantaggio dall’aumento del prezzo. Per coloro che non investono direttamente in petrolio, ma vogliono beneficiare indirettamente lo possono fare tramite gli ETF.

L’ETF può essere acquistato con il simbolo di trading OIL tramite la sede di negoziazione SBF. La commissione annuale è di 0,30% e il profitto del fondo di sta accumulando. Sia il fondo che la valuta di negoziazione sono in euro. L’ETF OIL è stato lanciato a ottobre del 2006 e il suo valore patrimoniale è di 43,33 miliardi di euro ad oggi.

Troviamo due modi per ottenere il massimo dalla ripresa del settore energetico:

  1. L’Acquisto di azioni Petrolio di allettanti società petrolifere e di gas e quindi partecipare all’aumento dei tassi;
  2. Oppure scegliere il percorso diretto e partecipare a un possibile aumento dei prezzi dell’energia.

Le strategie Oil Vontobel e il gas naturale Strategy Index Vontobel a i suoi vantaggi. In base all’andamento dei prezzi dell’energia viene investito in fasi o in azioni o futures, il che significa che, al fine di avere profitto dai guadagni in rollover in una situazione di backwardation, il rispettivo indice di strategia viene investito nei futures su i prezzi dell’energia durante una fase di backwardation. Per ridurre al minimo le perdite, l’indice non è investito in futures ma in azioni.

Le negoziazione di futures in azioni o viceversa viene eseguita l’ultimo giorno di negoziazione di un mese. Le azione di Vontobel Oil Strategy Index è un titolo azioni con una capitalizzazione di dieci società petrolifere degli Stati Uniti o in Canada.

Le azioni di Vontobel Natural Gas Strategy Index è la più grande per capitalizzazione, formata da 15 società di gas statunitensi. Per far parte dell’indice di strategia, le quote della società deve rispettare ulteriori criteri quantitativi e qualitativi. Tale indice viene ricomposto ogni 6 mesi utilizzando il calcolo di rendimento totale. I pagamenti dei dividendi e altri guadagni vengono reinvestiti nell’indice.

Investire in ETF ISE Global Wind Energy (GWE)

ISE Global Wind Energy (GWE) è un ETF che comprende 58 compagnie proveniente da tutte le parti del mondo dall’Europa al Giappone, Australia ecc. Sono suddivise per classificazione produzione di energia elettrica, attrezzature, energia tradizionale e consumo. Questo ETF nasce nel 2008 e creato da First Trust, le spese amministrative sono del 0,60% del valore delle attività, il ribilanciamento viene effettuato ogni sei mesi, con pagamento dei dividendi.

Troviamo anche ETF solari con acronimo TAN, troviamo molti portafogli come WilderHill Clean Energy (PBW), il Clean Edge Fondo NASDAQ Green Energy Index (QCLN) e molte altre.

Investire in ETF con Zurcher Kantonalbank

Troviamo molte società di gestioni fondi come la Black Rock o Vanguard, ma la più importante società di gestione fondi è la Zurcher Kantonalbank abbreviata ZKN.

ZKN ha emesso nel 2006 il suo primo ETF in oro.

Con i fondi, la società compra oro e lo deposita nei loro caveau. L‘ETF è coperto da oro ed emesso in franchi svizzeri. Se il prezzo del franco aumenta, gli investitori avranno degli enormi benefici.

La ZKN con il suo ETF in metalli preziosi, viene molto utilizzata dagli investitori, a un volume complessivo di fondi di $ 1,9 miliardi. Tutto ciò li rende i primi nel settore.

ETF Criptovalute esistono? Cosa sono?

Cercheremo di spiegarvi al meglio se esistono, cosa sono esattamente e come funzionano. I fondi negoziati in borsa (chiamati molto più comunemente ETF), sono tra le modalità di investimento online più utilizzate dagli investitori. Gli ETF hanno un costo molto ridotto e offrono uno strumento per investire che è sicuro e durevole. Una delle caratteristiche più apprezzate degli ETF è che sono abbastanza “multitask“.

Ed oggi vogliamo capire se è possibile sfruttarli anche le criptovalute. Diciamo che le criptovalute sono state uno dei trend principali durante gli ultimi due anni.

Grazie ai Bitcoin e ad Rthereum i token digitali sono cresciuti in modo disarmante.

Ci sono molte criptovalute come lo stesso Bitcoin che hanno visto guadagni altissimi in intervalli di tempo davvero ridotti. Il mondo delle cripto però è pieno di incertezze per cui è un mercato in cui la volatilità regna sovrana.

Questo è uno dei motivi per cui molti investitori preferirebbero utilizzare gli ETF per investire nelle criptovalute. In questo modo si ha la preziosa occasione di sfruttare le opportunità offerte dai token senza essere sotto posti al rischio di possedere le criptovalute. Criptovalute e scambi di token digitali vengono ancora ricercate dai Ladri di Cripto e da soprattutto dai truffatori, questo è il motivo per cui ogni investitore che opta per le criptovalute vorrebbe prendere almeno una precauzione in più.

Capiremo se esistono e cosa sono gli ETF di criptovalute ma soprattutto come si sono sviluppati sia negli USA che nel territorio europeo. eToro è uno di quei broker che consente di optare per investimenti ETF anche semplicemente copiando i movimenti degli altri Trader.

Cos’è un ETF di una criptovaluta?

Un ETF di criptovaluta funziona allo stesso identico modo degli altri ETF. Diciamo che gran parte degli ETF si occupa di tracciare un indice di borsa, ma nel caso delle criptovalute un ETF monitorare i vari token digitali.

Questi ultimi vengono scambiati esattamente come delle azioni ordinarie (vedi: come giocare in borsa) e molto spesso sono soggetti ad alcune variazioni dei prezzi nel corso della giornata borsistica.

In tutto ciò, mentre avviene questo, gli investitori comprano e vendono.

Per un corretto funzionamento di un ETF di criptovaluta sarà necessario che l’ETF possieda una sorta di quota commisurata di criptovalute. Praticamente la proprietà dei token viene suddivisa in azioni e i trader che decidono di investire negli ETF prenderebbero subito possesso di questi token.

Gli investitori di ETF praticamente potranno ricevere una parte dei guadagni generati da tutte le attività sottostanti.

Ci sono molti vantaggi di optare per gli ETF di criptovaluta rispetto a un classico investimento nelle criptovalute. Primo fra tutti possiamo dire che i wallet digitali e gli scambi sono troppo esposti sul web, per cui il rischio di furti e truffe è sicuramente molto alto. Tutti coloro che detengono criptovalute corrono il rischio di veder il proprio wallet completamente svuotato.

Mentre un investitore ETF che utilizza le criptovalute ha la garanzia di avere alle spalle un livello maggiore.

Sicuramente possiamo confermare che gli ETF possono essere investimenti sicuri. Ma ricordate, solo se vengono utilizzati correttamente.

Solitamente ogni investitore possiede un tot di token differenti che gestiscono un grande numero di wallet digitali. Il processo di investimento nei token e soprattutto nel trading ETF diventa uno ed unico. Secondo JP Morgan, potrebbe essere in arrivo un ETF legato al Bitcoin.

Una notizia riservata trapelata dal Business Insider, ha segnalato che JP Morgan ha informato i suoi clienti dei possibili benefici dall’investire su eventuali ETF di Bitcoin. Gli ETF, abbreviazione di Exchange traded fund, sono un fondo d’investimento che è quotato in borsa. La gestione di un EFT è del tipo passiva, ossia il rendimento è legato alla quotazione di un indice borsistico.

Il gestore del fondo verifica la coerenza del fondo con l’indice di riferimento, in questo caso del Bitcoin, come lo è già per le materie prime, il monetario, l’obbligazionario.

Gli ETF sono molto utilizzati per speculare con le monete, ma per ora non ne esiste ancora nessuno che replichi l’andamento del prezzo di Bitcoin (esiste qualcosa di simile, ma non sono propriamente degli ETF, e soprattutto non sono quotati a Wall Street).

I vantaggi di un EFT con i Bitcoin

Adesso vi elenchiamo quali sono i vantaggi principali degli ETF delle criptovalute specialmente con i Bitcoin:

  • Gli ETF creano un mercato estremamente liquido, altamente trasparente e molto negoziato;
  • Gli ETF sono negoziati attraverso conti di intermediazione, quindi hanno la caratteristica di essere integri nel momento in cui sono accompagnati da una assicurazione chiamata SIPC;
  • Gli EFT sono di facile accesso, oggi un investitore necessita di un portafoglio per scambiare Bitcoin, gli ETF possono essere negoziati tramite una intermediazione tipica degli investitori.

Quando arriveranno gli EFT per i Bitcoin

Potrebbe essere solo una questione di tempo, ad oggi non esistono ETF sulle criptovalute, ma esiste una richiesta di attivazione presso la SEC.

Cosa cambierà se entreranno gli EFT per i Bitcoin

La quotazione dell’oro prima del 2004 era di circa 450 dollari, successivamente all’introduzione dell’’ETF sull’oro, il suo prezzo è aumentato del 350%

Aspettiamo il lancio degli EFT per i Bitcoin e staremo a guardare se sarà replicata la performance dell’oro nel 2004.

FAQ: Domande frequenti

Cosa sono gli ETF?

L’Exchange Traded Fund (ETF) è un genere di fondo d’investimento a gestione passiva che, come un normale titolo azionario, si può negoziare in Borsa. E’ costituito da un insieme di differenti asset che operano come un unico asset negoziabile.

Come si investe in ETF?

E’ possibile investire in ETF attraverso la piattaforma di trading Fineco bank, la quale offre diverse soluzioni di investimento.

Qual’é la migliore piattaforma ETF?

La migliore piattaforma per investire in ETF è Fineco bank.

Guide e Consigli sugli ETF

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer