Voyager: $ 445 milioni bloccati per il rimborso del prestito Alameda

Le partecipazioni del prestatore di criptovalute in bancarotta Voyager e dell’exchange di criptovalute in bancarotta FTX hanno raggiunto un accordo provvisorio su pagamenti di prestiti contestati di $ 445 milioni, secondo una dichiarazione di mercoledì.

Alameda Research, il braccio commerciale di FTX, ha intentato una causa a gennaio per recuperare alcuni rimborsi sui prestiti concessi a Voyager prima che dichiarasse bancarotta. In base all’accordo, Voyager tratterrà i fondi contestati in attesa di un’ingiunzione del tribunale o di un accordo definitivo.

Nel suo deposito di gennaio, Alameda ha chiesto al tribunale “non meno di 445,8 milioni di dollari (più il valore di eventuali trasferimenti aggiuntivi appresi dall’attore)” e qualsiasi costo aggiuntivo sostenuto.

La Voyager Estate continuerà a detenere il deposito di $ 5 milioni da FTX senza utilizzo o distribuzione “fino a quando la proprietà di tale deposito non sarà contestata dal tribunale fallimentare di New York e risolta mediante transazione o ordine definitivo, certamente, incluso qualsiasi appello”.

Mercoledì, in tribunale, gli avvocati di Voyager hanno affermato che era in corso un piano per vendere le attività del prestatore in bancarotta alla filiale statunitense di Binance, con il 97% dei creditori che ha votato a favore della vendita.
La procedura fallimentare di FTX continua nei tribunali del Delaware.

Fonte: Binance.com

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer